9 giorni a Natale. Andiamo al cinema? Ecco i film impacchettati sotto l’albero.
Quelli con l’asterisco ad oggi sono già sul sito. Gli altri nei prossimi giorni.

star-wars-il-risveglio-della-forza-online-il-nuovo-poster-v2-241111-1280x720QUELLO CHE TUTTI ASPETTANO. Star Wars- Il risveglio della forza. Il settimo della serie, e anche il numero 7 davvero, nel senso che riprende la cronologia 30 anni dopo Il ritorno dello Jedi. Calcolando che il primo Guerre stellari era uscito nel ’77, potrebbero esserci al cinema tre generazioni di spettatori. Dirige J.J. Abrams, l’uomo che riavvia tutte le serie…

leone-nel-basilico-e1449239470444-700x428cinema-quel-fantastico-peggior-anno-della-mia-vita-04-100x75le-ricette-della-signora-toku-300x194dio-esiste-e-vive-a-bruxelles-recensione-2-1024x681-238x178

FrannyQUELLO CHE FORSE NON TI ASPETTI. Se reggete la tristezza in nome della poetica avventuratevi in Leone nel basilico* di Leone Pompucci. Se la reggete in nome dell’ironia Quel fantastico peggior anno della mia vita*. Se la reggete in nome della Storia allora Perfect Day*. E se avete un certo gusto della malattia come metafora, ma dolce, ma giapponese, allora Le ricette della signora Toku*. Infine, se volete avere una prova inconfutabile che Lui c’è, almeno a Natale, il vostro film è Dio esiste e vive a Bruxelles* (ma la protagonista è sua figlia Ea, la sorella di Gesù…). Se invece volete vedere a che punto può arrivare Richard Gere (con e senza barba e capelli da babbo Natale) allora spostatevi su Franny e preparatevi a dimenticare American Gigolò.

de-sica-ghiniDi-Capri2Leonardo-Pieraccioni-Professor-CenerentoloI SOLITI NOTI. Cosa hanno in comune i nostrani  Vacanze ai Caraibi – Il film di Natale e Natale col boss? Il Natale nel titolo, per ricordarlo anche ai distratti. Il primo è un tradizionale cinepanettone con uvette e canditi (De Sica, Ghini, Finocchiaro, Argentero e regia di Parenti), il secondo un aspirante cinepanettone di seconda generazione (Lillo, Greg, Mandelli, Ruffini e regia di Volfango De Blasi). La tradizione è che uno è un “vacanze a…” e l’altro un mix di comici tv e si basa sull’equivoco di un mafioso che si fa la plastica per avere la faccia di  Leonardo di Caprio  e gli danno quella di Peppino di Capri. E vabbé. Resterà nelle sale durante il Natale anche Il professor Cenerentolo* di Pieraccioni che ha un ritmo inversamente proporzionale alle risate.

il-ponte-delle-spie-il-trailer-ufficiale-italiano-v4-239862irrational-man-stone-phoenixQUELLI CON IL PLUS ETICO Se volete divertirvi e “meditare” ecco  lo spionistico- giuridico Il ponte delle spie* di Steven Spielberg e Irrational Man di Woody Allen. Ne parleremo nelle rispettive recensioni, ma sappiate che Spielberg vi riporta sul versante Lincoln /Amistad, ovvero il piacere della storia di spionaggio più una discussione sui valori costituzionali (in questo caso: una spia russa scoperta nell’America anni 60 ha diritto a un giudizio davvero equo?) e Woody Allen in Irrational Man dipinge un filosofo stregato dal delitto, sembra cincischiare con le mode poi ti accorgi che porta in zona Crimini e misfatti.

chiamatemi-francesco-04heartofthesea50019_pplIL PAPA, LA BALENA E L’ARTE  Chi volesse fare una full immersion di Papa Francesco in apertura di Giubileo ebbene c’è Chiamatemi Francesco*. Che vi dà appuntamento in versione estesa anche in tv. Continuerà a nuotare la balena di Heart of The Sea* di Ron Howard, su come sarebbe nato Moby Dick, che sembra cinema del tempo che fu e ha un 3D che  profuma di salmastro. Se poi volete regalarvi un ottovolante mentale sul senso della cultura europea, il vostro film è Francofonia di Sokurov, che è un cineasta enorme, poeta e pure pittore con un bel senso estetico e dell’ironia, che non guasta.

cover-alvin-2masha-e-orso1principe

E I BAMBINI?
E L’ANIMAZIONE? 
Bell’affare. Arrivano l’americano Alvin Superstar e  il russo Masha e l’orso,  ma se volte un film con due anime (una standard tecnologica e una nostalgica) a Capodanno esce Il piccolo principe in versione Mark Osborne (quello di Kung Fu Panda). Cioè Il piccolo principe ispirato al libro (e ai disegni) di Saint-Exupéry in stop motion all’interno di un film di animazione elettronica.

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori