Laura Pausini ospite da Fazio: “Più viaggio e più amo l’Italia”

142
0

Le note di “Lato destro del cuore” segnano il ritorno di Laura Pausini in Italia. Ospite di “Che tempo che fa” canta live il pezzo firmato da Biagio Antonacci, accompagnata dalla sua band di sempre. Laura si commuove tra gli abbracci dei fan. E poi inizia una lunga chiacchierata con Fabio Fazio. “Più viaggio e più scelgo cantautori italiani. Biagio Antonacci, Jovanotti e Giuliano Sangiorgi sono tra gli autori che ho scelto per Simili. E poi c’è Nicolò Agliardi che sento molto vicino a me, vicino al mio stile”. Per quanto riguarda il titolo del disco, Laura ha detto: “La parola simili mi piace perché unisce due contraddizioni: uguali e differenti. Il disco è fatto da 15 canzoni, ma solo le ultime tre sono interamente autobiografiche. Questo album esce in un momento particolare, in un periodo in cui io voglio parlare dei diritti che ognuno di noi ha e che spesso, però, non vengono rispettati”. Nel corso della lunga chiacchierata, Fazio ha ricordato che Laura è ambasciatrice dell’Emilia Romagna nel Mondo. “Tutte le mattine, quando sono in giro per il Mondo, mi ricordo della mia finestra che si affacciava su Solarolo”. Laura, giudice di tre talent (La Voz, La Voz Mexico, La Banda),  ha poi sottolineato di come sia “vittima” di un paradosso: “Da bimba non amavo essere giudicata, eppure sono continuamente giudicata e ora mi ritrovo persino a giudicare. In ogni caso questi talent mi hanno permesso di conoscere meglio la nuova generazione. Io, da piccola, avevo un sogno: fare la cantante di piano bar. Oggi i ragazzi vogliono solo diventare famosi. E così ho dovuto imparare a essere un po’ dura perché spesso sono spocchiosi”. Laura, che ha salutato il suo pubblico sulle note di Simili, ha svelato che a gennaio si saprà qualcosa del suo nuovo programma targato Raiuno.

CONDIVIDI
Maria Antonietta Izzinosa
D’inverno addetto stampa per professione, d’estate canoista per passione nelle acque del Cilento. In mare osservo tutto e tutti da una prospettiva privilegiata, e quando mi stanco di remare mi faccio trascinare dalle onde. Praticamente quello che mi succede tutti i giorni. Di sera accendo il pc e scrivo articoli da pubblicare qua e là.