Natale col boss. Ovvero, Peppino Di Caprio

Cinepanettone no? Che sia cinepandoro?

42
0

Natale col boss
di Volfango De Biasi
con Peppino Di Capri, Lillo, Greg, Paolo Ruffini, Francesco Mandelli, Giulia Bevilacqua
Voto 5/6

Spoiler evidente e voluto nel trailer. Boss camorrista chiede di farsi cambiare i connotati per somigliare a Leonardo Di Caprio e quando viene sbendato somiglia a Peppino Di Capri. E di Peppino di Capri prenderà il posto anche come cantante. L’idea più bella è anche la risata di base. Il resto sono variazioni sui poliziotti tonti Ruffini e Mandelli che mimano i detective da serial (quasi risata quando entrano nel quartiere di Gomorra in slip e mitra), sull’equivoca vita sessuale della moglie di uno dei due con l’“idraulico”, sui chirurghi plastici pasticcioni Lillo e Greg che si tagliano le dita mentre operano. Barzellette? Niente di male. A volte le barzellette sono geniali, a volte già sentite. Peppino Di Capri che fa se stesso e il boss è quasi una sorpresa. Le parole d’ordine da ripetere sono “Uh, com’è cambiato il cinepanettone!” e “Ah, ma è il ritorno a un cinema non volgare e semplice!”. Già sentite.

YouTube / FILMAURO – via Iframely

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori