Spotlight: miglior film 2015 per la National Society of Film Critics

66
0
Spotlight

La National Society of Film Critics, organizzazione di critica cinematografica statunitense, ha emesso il suo verdetto: è Spotlight il film migliore del 2015.
Diretta da Tom McCarthy e presentata Fuori concorso all’ultima edizione della Mostra del cinema di Venezia, la pellicola spiega lo scandalo della pedofilia all’interno della Chiesa americana attraverso il lavoro di alcuni giornalisti del Boston Globe (tra cui Mark Ruffalo e Michael Keaton).
Vincitore anche del premio per la miglior sceneggiatura insieme a Josh Singer, McCarthy non è riuscito a imporsi anche per la regia, dovendo cedere di fronte a Todd Haynes e al suo Carol, premiato anche per la fotografia di Ed Lachman.
Migliore attore dell’anno è invece Michael B. Jordan, protagonista in Creed, mentre il premio per la migliore attrice è stato conferito a Charlotte Rampling, grazie alla sua prestazione in 45 years.
Quanto al miglior attore e alla migliore attrice non protagonista, a trionfare sono stati rispettivamente Mark Rylance per Il ponte delle spie e Kristen Stewart grazie a Sils Maria.
E’ stato premiato anche Amy di Asif Kapadia, valutato come miglior documentario del 2015. Infine, il premio per il miglior film straniero: a vincere è stato Timbuktu del mauritano Abderrahmane Sissako.