Mercoledì 6 gennaio

50
0

Scrivere qualcosa di originale su Adriano Celentano rasenta l’impossibile. E allora forse, nel giorno del suo 78esimo compleanno, non si può che fargli gli auguri e ringraziarlo per la sua strepitosa carriera artistica. Pochi italiani possono definirsi showman: uno di questi è proprio Celentano, che in carriera è stato cantante, attore, conduttore televisivo e sempre sulle ali del successo. Nato a Milano il 6 gennaio 1938, Celentano da ragazzino lavora come orologiaio, ma già dalla metà degli anni cinquanta si dedica alla musica. Balla in un modo tutto suo, imita Jerry Lewis ed è uno dei primi italiani a cimentarsi nel rock’n’roll. Il successo arriva alla fine degli anni cinquanta e non lo lascerà più. Nel 1962 dà vita al Clan Celentano, intuizione unica nella storia della musica leggera italiana. Mentre snocciola hit in serie, nel 1964 trova anche il tempo di sposare Claudia Mori. Quattro anni dopo incide uno dei suoi più grandi successi, Azzurro, musica di Paolo Conte, nato a sua volta il 6 gennaio, ma del 1937. Alla carriera di cantante alterna quella di attore e fra la fine degli anni sessanta e la metà degli anni ottanta il suo volto diventa tra i più popolari del grande schermo. E’ il fiasco di Joan Lui, progetto troppo ambizioso che lo vede anche impegnato come regista, a decretare di fatto la fine della sua attività cinematografica. Nel 1987 conduce Fantastico 8 ed i suoi silenzi diventano leggenda: Celentano fa parlare e discutere per mille motivi e la sua presenza in tv non passa inosservata. E sarà così in occasione anche di tutti gli altri spettacoli che negli anni successivi lo vedranno impegnato in televisione: ogni apparizione di Celentano diventa un evento. La musica resta però il suo grande amore ed alla fine degli anni novanta mette a segno una doppietta che resta nella storia: con Mina Celentano e Io non so parlar d’amore vende milioni di copie e domina le classifiche. Gli anni successivi lo vedranno ancora divedersi tra musica e televisione ed anche tornare a cantare dal vivo, nel 2012, all’Arena di Verona. Oggi festeggia il compleanno e non lo fa da pensionato: si vocifera per la prossima primavera l’uscita di un nuovo disco registrato con Mina. Ed i fan dei due artisti sono già in fermento.

Gli altri fatti del giorno:
1937: nasce il cantante Paolo Conte
1940: nasce il cantante Van McCoy
1943: nasce l’impresario David Zard
1945: nasce il sassofonista James Senese
1946: nasce Syd Barrett, già cantante e chitarrista dei Pink Floyd
1953: nasce Malcom Young, già chitarrista degli AC/DC
1972: nasce il cantante Nek
1993: muore il musicista Dizzy Gillespie
1999: muore il pianista Michel Petrucciani

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.