Vivere a colori. Il ritorno di Alessandra Amoroso

27
0

E’ uscito il 15 gennaio Vivere a colori, ultimo album di Alessandra Amoroso, nuovamente sul mercato discografico dopo un silenzio durato due anni. Disco che si compone di 14 tracce, lungo le quali la Amoroso traccia il suo percorso di crescita personale, sempre con il punto fermo di una vita vissuta in tutte le sue sfaccettature e nei suoi colori, appunto. E questo, anche nei momenti più bui, come durante l’operazione alle corde vocali, che mise a dura prova fisico e, soprattutto, morale.
Tante le collaborazioni di cui la cantante salentina si è avvalsa per la registrazione dell’album: Elisa, autrice di Comunque andare e della title-track, Federico Zampaglione, di cui porta la firma il testo de Il tuo disordineTiziano Ferro, coautore de La vita in un anno, e infine Roberto Casalino, a cui si deve Sul ciglio senza far rumore. Quanto alla produzione, questa è stata affidata ad alcuni dei nomi di spicco della musica pop made in Italy: Michele Canova, Andrea Rigonat, Fabrizio Ferraguzzo e Roberto Cardelli.
La pubblicazione del disco sarà seguita da un tour, anticipato dalle date di Roma, al Palalottomatica, e Milano, al Forum di Assago, rispettivamente il 27 e 30 maggio.

Questa la tracklist dell’album
1) Stupendo fino a qui
2) La vita in un anno
3) Avrò cura di tutto
4) Vivere a colori
5) L’unica cosa da fare
6) Comunque andare
7) Mi porti via da me
8) Sul ciglio senza far rumore
9) Appartenente
10) Se il mondo ha il nostro volto
11) Nel tuo disordine
12) Fidati ancora di me
13) Non sarà mai
14) Il mio stato di felicità

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.