Da disk jockey a dj girl. La fine del machismo in console è vicina

132
0

Per tanti anni, probabilmente troppi, trovare donne in console, a far ballare migliaia di uomini, di notte, nei club di tutto il mondo, è stata l’eccezione, non certo la regola. I motivi di questo cambiamento, senz’altro positivo, sono molti.

Il più importante è che probabilmente il dj, da figura musicale underground, sta diventando uno dei punti di riferimento della pop music internazionale. E da sempre le popstar, o almeno le figure davvero importanti nella musica, sono anche donne. Janis Joplin conta quasi quanto Hendrix, nella storia del rock. Oggi, per quel che riguarda la scena techno, Nina Kraviz e Nastia (che sabato 30 gennaio sarà al Bolgia di Bergamo) contano quasi quanto Richie Hawtin e Sven Vath, il loro cachet è in costante ascesa e finalmente si parla anche delle loro doti musicali, non solo del loro sex appeal.

Infatti, da sempre, anche i dj uomini hanno anche un bel po’ di sex appeal. Cristian Marchi, Tommy Vee e Gabry Ponte, ovvero i tre dj italiani probabilmente più attivi nei fashion club italiani, si fanno notare anche perché decisamente più belli della media. I VINAI, il dj duo italiano oggi più noto nel mondo EDM, ha dei muscoli niente male e sono giovani come una boy band, mentre Merk & Kremont, i loro ‘concorrenti’, anche loro italiani, hanno uno stile più metropolitano che senz’altro piace quanto la loro musica… proprio come fanno quasi tutte le stelle tra i dj, da Martin Garrix a David Guetta fino a Bob Sinclar.

Tra le dj più attive in Italia vanno citate senz’altro Ema Stokholma, Jessie Diamond, Syria Sorrow e Jay C from Sub Sistah, mentre grazie ad una nuova agenzia specializzata come Djane Management, stanno iniziando a muoversi bene anche Christy Million e tante altre. Chi crede che per far ballare bastino il sex appeal non ha mai ascoltato un dj set di Niki Belucci. L’aspetto conta per qualche minuto, poi ogni dj deve sapere mettere insieme la sua energia con quella del pubblico. Altrimenti il gioco non funziona.

CONDIVIDI
Giornalista & comunicatore (o viceversa), Lorenzo Tiezzi sta online più o meno tutto il giorno. Il sito della sua agenzia è www.lorenzotiezzi.it, il suo clubbing blog AllaDiscoteca.com. All'attività di comunicatore affianca quella di giornalista freelance. Scrive di tendenze, musica, nightlife, ovvero, riassumendo all’osso, di amenità. Fiorentino, classe ‘72, si è laureato in Dams Musica nel 1996. Prima di dedicarsi a giornalismo e comunicazione ha lavorato in tv come coautore e curatore (Tmc2, Mtv) e in teatro come direttore di palco. Appassionato di arte, vino e sport, nel novembre 2013 ha corso la sua prima maratona e punta tutto su un tempo improbabile (3h e 30’’).