Laura canta Laura. A Sanremo

66
0

I suoi occhi lucidi e la grinta di chi sa che non può sbagliare. Così immagino stasera Laura sul palco dell’Ariston. Sì, perché lei vive in continuo equilibrio tra queste due emozioni: fragilità e forza. E forse è qui che si nasconde il segreto del suo successo. Laura stasera avrà a disposizione venti minuti. Cinque volte in più rispetto ai 4 minuti che 23 anni fa l’hanno consacrata al grande pubblico. E dalla sua, rispetto ad allora, avrà l’esperienza maturata in anni di successi, tour mondiali e premi internazionali. Sul palco dell’Ariston, come nel 1993, canterà “La solitudine”. Poi si esibirà in un medley dei suoi successi. «Quando sono venuta qui per la prima volta nel 1993 avevo paura perché non sapevo cosa fosse “questa cosa qui”, adesso ho paura proprio perché lo so», ha detto laura a “La stampa”.

CONDIVIDI
Maria Antonietta Izzinosa
D’inverno addetto stampa per professione, d’estate canoista per passione nelle acque del Cilento. In mare osservo tutto e tutti da una prospettiva privilegiata, e quando mi stanco di remare mi faccio trascinare dalle onde. Praticamente quello che mi succede tutti i giorni. Di sera accendo il pc e scrivo articoli da pubblicare qua e là.