PFM, Rettore e Paolo Conte: dischi in vinile da non perdere

70
0

Vinile è una di quelle parole che da sole bastano a suscitare un tripudio di emozioni, una marea di ricordi e tanta, tantissima nostalgia. Sei lettere che conservano un certo fascino, leggermente scalfito dai nuovi supporti su cui viaggia la musica contemporanea. La sua etimologia ci riporta al latino “vinium” e proprio come il nettare degli dei, i 33 giri sanno inebriare, appassionare e travolgere; è la rivincita dei “conservatori” su una tecnologia ed un progresso che sembrano essere inarrestabili ed ineludibili.

In un mondo in cui tutto diventa volatile, in cui si è perso il vizio di stampare le fotografie, di comprare libri cartacei, di scrivere lettere d’amore ed inviare cartoline dai luoghi di villeggiatura, stringere fisicamente la musica tra le mani è tornato prepotentemente di moda.

La quota di mercato aumenta di mese in mese tanto da costringere la FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) a reintrodurre una classifica dedicata ai 33 giri dopo vent’anni di assenza.

Un fenomeno che ha convinto la NAR International a mettere sul mercato tre imperdibili dischi: i live che la Premiata Forneria Marconi, Donatella Rettore e Paolo Conte hanno tenuto presso gli studi della RSI (Radiotelevisione Svizzera) negli anni ’80.

pfmGli amanti del progressive italiano potranno gustarsi il concerto della PFM datato 25 novembre 1980; la formazione è quella mantenuta dal gruppo per l’intero decennio: Lucio Fabbri (violino e tastiere), Franz Di Cioccio (voce), Walter Calloni (batteria), Patrick Djivas (basso) e Franco Mussida (voce e chitarra).

rettoreÈ datato 8 dicembre 1981 il live di Donatella Rettore. Il disco viene inciso in un momento chiave della carriera dell’artista di Castelfranco Veneto. In quegli anni infatti il suo successo travalica i confini nazionali, facendole vendere 3 milioni di copie tra Europa ed Estremo Oriente. Questo concerto, corredato da esibizioni infuocate di tutti i brani di maggiore successo, è dunque la testimonianza del periodo di massimo splendore della Rettore, forte di un trasformismo e di una creatività senza eguali.

Chiude il trittico il vinile che racchiude il concerto che Paolo Conte tenne il 12 Aprile del 1988 sempre negli studi della RSI. In scaletta tutto il meglio della produzione di quegli anni.

Un bella idea regalo per le per vecchi collezionisti e nuovi appassionati in vista delle imminenti festività pasquali.

CONDIVIDI
Benito Tangredi
Sannita di nascita, romano di adozione, spoletino per amore. Maturità classica, iscritto al terzo anno di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università degli Studi "Orientale" di Napoli. Giornalista pubblicista dal 2009. Una smodata passione per la lettura, lo sport, la musica, i viaggi e la politica ed una forte inclinazione all'associazionismo. Un'attrazione fatale per tutto ciò che è comunicazione.