Regali da uno sconosciuto. Attenti…

Attenti ai compagni di scuola che si rifanno vivi

27
0

 

Regali da uno sconosciuto – The Gift
di Joel Edgerton. C
on Jason Bateman, Rebecca Hall, Joel Edgerton, Beau Knapp, David Denman.
Voto 6-

Bella coppia di architetti (Bateman e Hall) sposati da poco, diciamo felici, a parte qualche irrequietezza: tutto che fila liscio fino a che non riappare casualmente un compagno di scuola che lui non ricorda, Gordo (soprannominato l’inquietante, Weirdo Gordo), cioè Edgerton, attore ma anche regista, che in effetti, in maniera inquietante si infila nella coppia, nella casa e nel lavoro dei due giocando sull’educazione che ti impedisce di respingere chi non riconosci, il rimorso per averlo deriso e poi qualcosa di più terribile e di non detto. Di cosa vive davvero Gordo? E con chi? E dove? E perché li invita in una casa che poi si rivela non sua e che ha occupato mentre i legittimi proprietari sono in viaggio? Quanto è strano Gordo e cosa vuole davvero da loro? E perché parla di un passato da lasciarsi dietro le spalle? Il tema classico dell’infiltrazione dello sconosciuto per piccoli passi, strani regali e rumori notturni segue uno schema quasi noioso: è prevista persino la classica scena dell’ombra mentre fai la doccia. Ma diciamo che per almeno 50 minuti non è mai un film da sobbalzi ma da sospetti, e poi diventa una specie di lezione sui guasti del bullismo giovanile che può rovinare tutta la vita a venire. Solo che anche la lezione suona già vista

YouTube / KM2 – via Iframely

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori