Mavis Staples: ti porterò là, in alto, nella luce.

26
0

Mavis Staples Livin’ on a High Note

Gioia.

Luce.

Colori accesi.

Leggerezza.

ILL-TAKE-YOU-THERE-insert-pd-2_Page_2-1024x689

Reminiscenze di un passato pieno di musica che eleva lo spirito, la grande Mavis Staples, dotata figlia d’arte del grande Pops Staples, capace di innervare lo spiritual americano con un suono di chitarra e le voci degli angeli terreni, torna dopo due dischi prodotti da Jeff Tweedy, con un disco che nasce da una sua necessità, nata dopo aver ascoltato “Happy” di “Pharrell Williams”, quella di avere musica con la Luce dentro.

maxresdefault

Ascoltando questo bellissimo disco, prodotto da M.Ward e basato su canzoni scritte per lei da musicisti vari ed eventuali, da Nick Cave a Neko Case, si capisce che l’obbiettivo è stato assolutamente, completamente centrato.

2a53b0fd995dc8df2a08d55f4396d9b0

Sono canzoni dentro le quali si sente aleggiare lo spirito dei grandi inni di Curtis Mayfield e di Marvin Gaye, il soul “libero” degli Staple Singers è rappresentato dagli shout e dagli holler delle coriste di Mavis che, grazie a una dotazione vocale ricca di personalità e assolutamente duttile, che le permette di passare da un tono quasi gutturale e maschile a una voce che sembra salire su per le navate di una chiesa a volare come una colomba di oltre settanta anni e svariati dischi, svetta nel panorama sonoro e ci informa sulla mancanza di una capacità di sollevare lo spirito a noi poveri uomini occidentali che quasi arriviamo a vergognarci di cercare la fede.

08MavisStaplesDSC_3400

Pensare che Mavis fa tutto questo dopo una carriera luminosa e splendida come la sua che l’ha vista cantare il capolavoro di “The Weight” demolendo la versione originale con tutta la capacità di illuminare l’anima di chi ascolta, fa sorridere pensare che lei stessa ha dichiarato di voler evitare di far piangere il pubblico dopo aver provocato quello per tutta la sua carriera.

Adesso facciamo un piccolo esperimento, che ci viene permesso dall’esistenza di Spotify.

Ascoltiamo o, meglio, riascoltiamo spero per voi, la versione del leggendario classico della Band “The Weight”, musica enorme, toccante, unica, una interpretazione vocale, musicale irraggiungibile per gli umani come noi.

https://open.spotify.com/track/0sDqo9UPzPUtu9wEkI3zRB

Bene, vi siete emozionati? Spero di si’.

Ora ascoltiamo la versione che la Band ha voluto reinterpretata dagli Staple Singers durante le riprese di “The Last Waltz” e ascoltate quando entra la voce sicura e calda come il velluto di Mavis e ditemi che non vi scatta la lacrima.

Spotify – via Iframely

SS-Young

Mavis ci riesce, eccome.

La sua tranquilla sicurezza in un campo che fa dell’intangibilità la sua caratteristica, è una sicurezza straordinaria.

Staples-1970-the-beat-bb6-2016-billboard-650

E’ musica al servizio del Creatore, musica che porta positività, suonata benissimo, con forti linee di basso, grooves batteristici mai demordanti, un perfetto rapporto con la durata oltre che con il tono, pochi concetti semplici ma profondi, insomma, una gioia per le orecchie e per il cuore e fa ancora più piacere, pensare che adesso Mavis Staples se ne andrà in tour in America con Bob Dylan, lasciandoci sognare come deve essere vedere due personaggi come questi calcare lo stesso palco.

bob-dylan-mavis-staples-2016-tour-poster-600x467

The great power of rock and soul.

CONDIVIDI
Antonio
Bassista, cantante, scrittore. Trenta anni di rock’n’roll on the road! Dai Rocking Chairs a Luciano Ligabue, tante note e tante storie di r'n'r!