David Gilmour a Pompei: tutte le info sui biglietti

106
0

Pochi minuti fa tramite la pagina Facebook ufficiale di David Gilmour sono emersi i dettagli riguardo la vendita dei biglietti per i due show a Pompei del 7 e 8 luglio prossimi, che si preannunciano già essere l’evento più importante dell’estate musicale italiana.
45 anni dopo le storiche registrazioni del Live at Pompeii con i Pink Floyd, il chitarrista britannico porterà il suo Rattle that lock tour nell’anfiteatro romano degli scavi archeologici della località campana.
Queste le parole di Gilmour: “Voglio ringraziare il ministro dei Beni Culturali per avermo dato l’opportunità di suonare ancora una volta in questo bellissimo e storico scenario. Aver suonato lì nel 1971 è stato speciale e non vedo l’ora di tornare e spero di creare altri momenti memorabili resi ancora più speciali dal fatto di suonare davanti al pubblico.”

I biglietti andranno in vendita martedì 22 marzo alle ore 13 sul sito ufficiale di David Gilmour.

Dato l’esiguo numero di biglietti disponibili e la volontà di non volerli far arrivare in mano ai soliti bagarini, ci sono molte restrizioni sull’acquisto dei biglietti. Eccole in dettaglio:
– il prezzo (posto unico) è di 345 €, compresa prevendita
– massimo due biglietti a persona, per un solo concerto (la stessa persona non potrà comprare biglietti per entrambi i concerti)
– al momento dell’acquisto ad ogni acquirente verrà rilasciata una ricevuta con il proprio nome
– sarà disponibile solamente il ritiro solo sul luogo dell’evento con documento d’identità e carta utilizzata per l’acquisto
– se sono stati acquistati due biglietti, anche la seconda persona dovrà essere presente in biglietteria
(la biglietteria sarà aperta dalle 10 alle 20 in ognuno dei giorni del concerto)
– ad ogni spettatore sarà consegnato un biglietto ed un braccialetto e l’ingresso all’Anfiteatro sarà permesso solo col braccialetto indossato ed il biglietto.
– non saranno ammesse persone che non avranno sia il biglietto che il braccialetto al polso.

Nell’attesa di far scattare la caccia al biglietto, potete ingannare l’attesa rileggendo il racconto del concerto in Arena di Verona dello scorso settembre e la recensione di Rattle that lock.

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".