Lunedì 21 marzo

79
0

Il 21 marzo 1964 è una data a suo modo storica per la musica italiana: quel giorno, per la prima volta, una cantante del nostro Paese vinceva l’Eurovision Song Contest. Che allora, peraltro, tutti chiamavano Eurofestival. Il privilegio toccò alla giovanissima Gigliola Cinquetti, 17 anni ancora da compiere, che si impose con la canzone Non ho l’età (Per amarti). La stessa canzone grazie alla quale, nemmeno due mesi prima, si era aggiudicata anche il Festival di Sanremo, in coppia con Patricia Carli. All’Eurofestival, che quell’anno si tenne a Copenaghen, Gigliola sbaragliò la concorrenza, raccogliendo 49 punti. Secondo si piazzò il brittanico Matt Monro con I love the little things (17 punti), terzo Romuald (rappresentante del Principato di Monaco) con Où sont-elles passées? (15 punti). Nella storia della manifestazione, iniziata nel 1956, solo un altro italiano è riuscito a vincere: Toto Cutugno nel 1990 con Insieme: 1992.

Gli altri fatti del giorno:
1938: nasce il cantante Luigi Tenco
1947: nasce il chitarrista Franco Mussida
1949: nasce il cantante Eddie Money
1950: nasce Roger Hodgson, già cantante e chitarrista dei Supertramp
1952: nasce il giornalista musicale Riccardo Bertoncelli
1957: nasce il musicista Mauro Malavasi
1959: nasce la cantante Sarah Jane Morris
1962: nasce il cantante Paolo Belli
1964: nasce il bassista Danny Miranda
1978: nasce il rapper Kevin Federline
2008: muore il batterista Klaus Dinger

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.