Fede Poggipollini nel “Covo” del rock

113
0

“Nemo propheta in patria”, nessuno è profeta in patria.

Concetto che Federico Poggipollini non sembra conoscere, perché ieri sera, il Covo Club della sua Bologna, gli ha riservato un’accoglienza da re. Accoglienza che lui ha ricambiato con un concerto intenso, divertente, elettrico e ricco di passione.

Ma andiamo con ordine: Fede sta girando da mesi l’Italia con un ricco tour organizzato per portare in più luoghi possibili Nero, il suo ultimo lavoro. Un album molto interessante, prodotto da Michael Urbano, che riesce splendidamente ad abbinare delle sonorità vintage (con la scelta di suonare con strumenti ed amplificatori degli anni ’60) ad un sound molto attuale. Un lavoro realizzato con tempo e cura che sta dando il suo meritato riscontro sia in termini di critica che di pubblico.

In questi mesi di tour ho assistito anche ad una maggior presa di consapevolezza di Fede, vero padrone del palco e della scena, con l’obiettivo primario però di convogliarle le attenzioni verso la musica, vero focus del suo progetto.

Ieri sera, dopo lo show al Bravo Cafè dello scorso novembre, è tornato nella sua città Natale, Bologna, in uno dei locali più interessanti ed underground della città, il Covo Club, un posto che sembra nato per fare musica dal vivo e che non ha nulla da invidiare ad un club di New York. Uno degli ultimi locali che ricalcano l’essenza più pura del rock.

Locale gremito con un pubblico molto caldo che Fede è riuscito, fin dalle prime note, a coinvolgere con il suo spettacolo. Fede & The Crumars infatti sono ormai una band collaudata e rodata, in grado di saper gestire tutti i momenti di un concerto, da quelli più intensi a quelli acustici, grazie anche ad una scaletta carica ed arricchita da un paio di cover selezionate con cura che si sposano magnificamente al sound del disco. Da 20th Century Boy dei T.Rex a Nero, canzone che da titolo all’album, da A girl like you di Edwyn Collins a Per le strade di New York. Il tutto condito da un suono coeso, compatto, che arriva dritto al sodo.

La ciliegina sulla torta di una serata travolgente è stata la spontanea festa iniziata a mezzanotte per celebrare il suo compleanno.

Le prossime date del tour saranno:
27 Marzo – Brescia – Blue Jeans
02 Aprile – Milano – Ohibò
15 Aprile – Padova – Fishmarket
16 Aprile – Grottamare (AP) – Container
30 Aprile – Rendinara (AQ) – Circolo Culturale Artis Bar

CONDIVIDI
Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.