Un momento di follia. II terzo

Due padri, due figlie, la Corsica, i cinghiali, la luna piena: secondo remake

60
0

Un momento di follia
di Jean-François Richet
con Vincent Cassel, François Cluzet, Lola Le Lann, Alice Isaac
Voto 6/7

I divorziati/divorziandi Vincent Cassel e François Cluzet vanno in Corsica in un bel posto lontano da tutto e dove non prendono i cellulari, con le belle figlie Alice Isaaz e Lola de Lann. Nella prima parte le figlie si rompono e cercano di far saltare i nervi ai genitori che si fingono aperti ma vivono in strizza perenne per i ragazzi che ronzano attorno. Poi la figlia di Cluzet decide di farsi Cassell, che tentenna, ma crolla e infine vive nel ricatto, un po’ patetico, un po’ disperato, mentre sua figlia intuisce, deplora e condanna, l’amico sospetta e i cinghiali intorno si mangiano anche i reticolati elettrici. Dovrebbe essere una “voglia matta” alla francese, remake e  omaggio all’autore del soggetto originale Claude Berri (Un moment d’égarement 1977) che ebbe anche un remake firmato Stanley Donen con Michael Caine e Demi Moore nel 1984, Accadde a Rio. Come passa il tempo. Si ride? Si ridacchia? Si teme per la salute mentale di padri e figlie? Questa versione è molto parlata, la seduzione è garbata e poco lolitesca (oppure è difficile immaginare Cassell come un borghese stregato e pentito per la ninfetta…)  e si chiude secca con una sorta di silenzioso rientro nei ranghi, senza particolari melodrammi.

YouTube / Camimovie Productions – via Iframely

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori