Home Festival 2016: gli Editors sono i primi headliner

33
0

Home Festival entra nel vivo con l’annuncio del primo headliner: gli Editors. Saliranno loro sul main stage nella giornata di apertura, giovedì 1 settembre. La società che organizza l’evento, che lo scorso anno ha portato ottantamila spettatori in zona ex Dogana a Treviso, è orgogliosa di aver chiuso questa trattativa così importante. “Ma è solo l’inizio, a breve annunceremo altri nomi”, spiega. “Siamo infatti impegnati nella strada di avvicinamento al festival, fatta di secret show ed eventi collaterali. Ma saremo anche presenti al Fuorisalone di Milano (dal 12 al 17 aprile – Via Tortona 12, Milano). Il nostro obiettivo è quello di portare ulteriore qualità musicale in uno spazio dove l’intrattenimento è inteso a livello globale, una città dove arte, musica, performance, sport e cultura si mischiano in una alchimia unica nel suo genere in tutto in sud Europa”.

Gli Editors al momento sono impegnati a promuovere il tour estivo del loro quinto album, In Dream. E’ il secondo album con la nuova line up, creato e scritto a Crear, un posto isolato a dieci chilometri da qualsiasi abitazione e raggiungibile solo attraverso uno sterrato, scelto per iniziare a scrivere i demo e pensare alla struttura delle canzoni. Ma nel giro di poco l’effetto sugli animi è stato dirompente: lo studio con vista atlantico ha fatto sì che l’intero disco fosse scritto e finito lì.

Per festeggiare questo primo headliner di Home Festival 2016 (da giovedì 1 a domenica 4 settembre) gli organizzatori hanno deciso di mettere in vendita mille biglietti early ticket ad un prezzo promozionale, valido per 24 ore a partire dalle ore 12 del 30 marzo, di 10 euro.
Finiti i biglietti o in ogni caso alle ore 12 del 31 marzo, il costo per la prima serata di Home Festival salirà a 18 euro. Informazioni e modalità di acquisto nella sezione ticket di www.homefestival.eu.

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".