Venerdì 1° aprile

73
0

Un padre che uccide un figlio è spesso notizia da giornalaccio di cronaca nera. Ma se la vittima si chiama Marvin Gaye, allora qualcosa cambia. Era il 1° aprile del 1984 quando l’artista venne ucciso dal proprio padre, Marvin senior: il giorno dopo avrebbe compiuto 45 anni. E’ una storia splendida e tragica quella di Marvin Gaye, la storia finita nel sangue di un musicista dal talento ineguagliato. Marvin iniziò a fare musica negli anni cinquanta, ma raggiunse il successo alla fine del decennio successivo, incidendo per la Motown. Si muoveva tra il soul ed il rhythm and blues, ma la sua musica aveva anche venature funk e jazz. Successo e problemi marciavano di pari passo. Tossicodipendenza, guai finanziari, due matrimoni falliti, la depressione: Marvin scalava le classifiche, ma la sua vita personale accusava molte battute a vuoto. Nel 1984 si ritirò nella casa dei genitori. Ma le liti con il padre erano continue. L’ultima finì in tragedia: la ricostruzione giudiziaria racconta di un’aggressione di Marvin al padre e del colpo di pistola sparato da quest’ultimo che lo uccise. Marvin senior si dichiarò colpevole e venne condannato a sei anni di carcere. Morì nel 1998, portando con sé il rimorso di aver ucciso il proprio figlio. Un artista ancora oggi amato da milioni di fan nel mondo.

Gli altri fatti del giorno:
1873: nasce il compositore Sergej Rachmaninov
1917: muore il pianista Scott Joplin
1945: nasce il cantante Mario Musella
1948: nasce il cantante Jimmy Cliff
1950: nasce il musicista Billy Currie
1954: nasce Jeff Porcaro, batterista dei Toto
1955: nasce Dave Spitz, già bassista dei Black Sabbath
1958: nasce il cantante e chitarrista D. Boon
1961: nasce la cantante Susan Boyle
1972: nasce la cantante Camilla
1972: nasce il chitarrista Jesse Tobias
1973: nasce Martin Axén, chitarrista degli Ark

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.