Addio al sassofonista Gato Barbieri

78
0

E’ morto a New York, a causa di una polmonite, il sassofonista Gato Barbieri. Aveva 83 anni.
Leandro Barbieri, questo il suo vero nome, era nato in Argentina, a Rosario, e nel corso della sua carriera aveva registrato 35 album, a cui si devono aggiungere una quindicina di collaborazioni con altri artisti. Il soprannome “Gato” gli era stato dato negli anni Cinquanta, per il modo in cui il musicista si spostava da un locale all’altro di Buenos Aires per suonare.
Una produzione musicale prevalentemente jazz, che però ha saputo contaminarsi anche con il pop (ricordiamo le collaborazioni con Carlos Santana e con gli italiani Pino Daniele e Antonello Venditti).
Suo, l’assolo di Sapore di sale, che Gato Barbieri registrò nel ’62, dopo essersi trasferito a Roma. Ma, soprattutto, la fama del musicista è legata alla colonna sonora di Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci, che gli garantì un Grammy e il raggiungimento del successo su scala mondiale.

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.