4 Aprile 1976, esce Tutti Gli uomini del Presidente

21
0

4 Oscar vinti nel 1977 e altrettante nomination, e considerato il padre putativo del recente vincitore Il Caso Spotlight.

Vera storia di come il Presidente Nixon fu costretto all’impeachment da parte della stampa statunitense, è uno degli esempi di come il cinema USA riesca meglio di chiunque altro a coniugare intrattenimento ed educazione, ed ovviamente non può mancare quello che è l’alfiere del genere, Robert Redford, al tempo al suo vero meglio e che fu ben più che un attore nel film. La sua influenza nei confronti della produzione  e del regista Alan J. Pakula fu davvero estrema, tanto che si potrebbe definire un suo film. Non solo fu Redford che si era assicurato i diritti dal libro di Woodward e Bernstein, ma in pratica scelse Dustin Hoffman come co-protagonista (si dice portandolo ad una partita di basket dei Knicks appositamente per incassare il suo Sì! )

I due, peraltro, erano talmente allineati sullo schermo che impararono le reciproche parti a memoria, in modo da interrompersi o completare le rispettive frasi quando meglio si sentivano di farlo (e, a sapere questo, non si puo’ non rimanere impressionati dalle loro interpretazioni).

Un film talmente accurato che è tuttora mostrato alla Columbia School Of Journalism come esempio di ricerca e verifica delle fonti. E, ancora oggi, un film che ti incolla allo schermo, dopo 40 anni esatti dal suo lancio.

Altre ricorrenze

  • 1957 nasce Aki Kaurismaki, regista finlandese di L’Uomo Senza Passato e Miracolo a Le Havre
  • 1960, nasce Hugo Weaving, attore in The Matrix e V per Vendetta
  • 1963, nasce Marco Giallini, attore di ACAB e L’Amico di Famiglia
  • 1965, nasce Robert Downey JR. attore in Iron Man e Chaplin
  • 1970, nasce Barry Pepper, attore de La 25 Ora e Salvate il Soldato Ryan
  • 1983, muore Gloria Swanson attrice de Viale del Tramonto e L’intrusa
  • 1986, esce Absolute Beginners con David Bowie e Patsie Kensit
  • 2013, muore Roger Ebert, il più grande critico cinematografico USA di tutti i tempi
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.