7 Aprile 1966, esce L’Armata Brancaleone

112
0

Già dai titoli di testa, con le magnifiche animazioni di Emanuele Luzzati, si capì che era un capolavoro. Mario Monicelli, al tempo già famosissimo, si inventa esattamente 50 anni fa una specie di Soliti Ignoti nel Medioevo italiano, ovvero un branco di disperati e straccioni che inseguono la fortuna in un ambiente ostile, anche qui guidato dal mattatore Vittorio Gassman, in una delle sue interpretazioni più istrioniche e divertenti.

Lungi dall’apparente leggerezza, ci verrebbe da dire che L’Armata Brancaleone fu per il genere medioevale quello che lo spaghetti western fu per il genere Far West: non più, o per lo meno non solo, donzelle da salvare  e cavalieri in armatura, ma fame, sporcizia, stracci, miserie ed un fortissimo dualismo tra materiale e spirituale, quasi uno l’antidoto degli eccessi dell’altro.

Straordinari i costumi (immaginari ed immaginifici, con una scelta di colore davvero innovativa e quasi felliniana), straordinarie le musiche di Carlo Rustichelli (“Branca, Branca, Branca…”), e geniale l’intuizione del linguaggio inventato apposta per il film, un mix di latino maccheronico, la lingua volgare medievale e espressioni dialettali, che resero peraltro difficilissima l’interpretazione alla giovane belga Catherine Spaak.

Il film fu subito un grande successo, nonostante i numerosi dubbi del produttore Cecchi Gori, che impose a Monicelli di rinunciare al compenso in cambio di una partecipazione agli utili. Visti i risultato, operazione mai più ripetuta da Cecchi Gori!

Altre ricorrenze

  • 1939, nasce Francis Ford Coppola, grande regista de Il Padrino (2 oscar) e Apocalypse Now
  • 1954, nasce Jackie Chan, attore di Rush Hour e 2 Cavalieri a Londra
  • 1954, nasce Ezio Greggio, attore e regista al cinema e in tv
  • 1964, nasce Russell Crowe, attore australiano de Il Gladiatore e A Beautiful Mind
  • 1974, esce La Conversazione, capolavoro di Francis Ford Coppola con Gene Hackman

 

CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.