Springsteen in difesa dei diritti LBGT: cancellato il concerto in North Carolina in segno di protesta!

1472
0

Da sempre schierato dalla parte dei più deboli, dei discriminati, degli anti-eroi, Bruce Springsteen ancora una volta fa sentire la sua voce di uomo (e di artista) libero, democratico e progressista. E questa volta lo fa in maniera eclatante cancellando il concerto previsto per domenica 10 aprile a Grensboro, in North Carolina, in segno di protesta contro l’approvazione della Legge HB2 (norme sulla sicurezza e la privacy nelle strutture pubbliche), ribattezzata subito dai mezzi d’informazione americani la legge del bagno”. Una legge a dir poco assurda e retrograda (da cesso, appunto) che limita i diritti civili dei cittadini omosessuali e transgender, stabilendo non solo quali bagni debbano utilizzare (sulla base dell’identità anagrafica, quindi quelli sbagliati secondo l’dentità sessuale), ma anche impedendo loro di intentare una causa in caso di discriminazione sul posto di lavoro. Una legge che peraltro sta già costando carissima – anche in termini economici – allo stato governato dal repubblicano Pat McCrory: lo scorso 5 aprile, infatti, Dan Schulman, Ammministratore Delegato di PayPal ha annunciato la  rinuncia da parte dell’azienda di aprire una sede a Charlotte – che avrebbe portato 400 posti di lavoro – perché in North Carolina “la nuova legge perpetua la discriminazione e vìola i principi e i valori che sono al centro della mission e della cultura di PayPal“. Schulman ha anche aggiunto che “la decisione riflette i più profondi valori e la solida convinzione da parte dell’azienda che ogni individuo ha il diritto di essere trattato ugualmente, con dignità e rispetto e poiché gli impiegati di PayPal  in North Carolina non avrebbero gli stessi diritti, in virtù della nuova legge HB2, assumerli è semplicemente insostenibile“. Anche la Pepsi-Cola (nata proprio in una cittadina del North Carolina, New Bern, nel 1898) ha fatto altrettanto chiedendo al Governatore McCrory, per bocca del suo Presidente e Amministratore Delegato, la signora Indra Nooy, di abrogare la HB2.

Springsteen dal canto suo ha annunciato la cancellazione dello show rivolgendosi direttamente ai suoi fans con una nota dura e diretta pubblicata sul suo sito, a due giorni dal concerto:

Come sapete, voi che siete miei fans, dovrei suonare a Grensboro in North Carolina questa domenica. Come sappiamo la North Carolina ha appena approvato la HB2, che i media hanno definito la “legge del bagno”. La HB2 – ufficialmente nota come Legge sulla Sicurezza e la Privacy nelle Strutture Pubbliche – stabilisce in quali bagni è permesso andare alle persone transgender. Altrettanto importante il fatto che la legge attacchi anche il diritto dei cittadini LBGT a fare causa quando i loro diritti umani sono violati sul posto di lavoro. Nessun altro gruppo di cittadini di quello Stato è costretto a sopportare un fardello simile. Per me, è un tentativo da parte di persone che non tollerano il progresso che il nostro Paese ha fatto nel riconoscimento dei diritti umani di tutti i cittadini, di sovvertire questo progresso. In questo momento ci sono molti gruppi, aziende e individui in North Carolina che stanno lavorando per opporsi e sopraffare questi sviiluppi negativi. Messo in conto tutto questo, credo che per me e la Band sia giunto il momento di manifestare la nostra solidarietà  a questi combattenti per la libertà. Per questo, e con le nostre scuse più profonde ai nostri appassionati fans di Grensboro, abbiamo cancellato il nostro show in programma domenica 10 aprile. Certe cose sono più importanti di un concerto rock e questa battaglia contro i pregiudizi e il bigottismo – che si sta svolgendo mentre scrivo – è una di quelle. E’ il mezzo più potente che ho per far sentire la mia voce contro coloro che continuano a spingerci indietro anziché in avanti.

Prevedendo poi tutte le proteste dei fans delusi, Bruce ha anche pubblicato sulla sua pagina Facebook un link (che trovate in fondo a questa pagina) per poter comunicare direttamente con i politici che hanno varato l’abominevole legge, dando così modo a tutti di far sentire la propria voce, la propria rabbia e il proprio disgusto nei confronti di leggi discriminatorie come la HB2, e farle eventualmente cancellare. Gli Stati Uniti d’America sono il paese della libertà, dei diritti, di quella possibilità data a chiunque di farcela nella vita, proprio perché si basa su un principio fondamentale, sancito dalla Dichiarazione di Indipendenza degli USA scritta nel 1776 da Thomas Jefferson: “Tutti gli uomini sono stati creati uguali“. E’ ora di ricordarselo e di farlo valere!

 

Voice your opposition of discriminatory legislation like North Carolina’s HB2 by contacting your elected officials. Find them here: http://bit.ly/22iOvks

 

 

CONDIVIDI
Patrizia De Rossi
Patrizia De Rossi è nata a Roma dove vive e lavora come giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici. Laureata in Letteratura Nord-Americana con la tesi La Poesia di Bruce Springsteen, nel 2014 ha pubblicato Bruce Springsteen e le donne. She’s the one (Imprimatur Editore), un libro sulle figure femminili nelle canzoni del Boss. Ha lavorato a Rai Stereo Notte, Radio M100, Radio Città Futura, Enel Radio. Tra i libri pubblicati due su Luciano Ligabue: Certe notti sogno Elvis (Giorgio Lucas Editore, 1995) e Quante cose che non sai di me – Le 7 anime di Ligabue (Arcana, 2011). Uno (insieme a Ermanno Labianca) su Ben Harper, Arriverà una luce (Nuovi Equilibri, 2005) e uno su Gianna Nannini, Fiore di Ninfea (Arcana). Il suo ultimo libro, scritto con Mauro Alvisi, s'intitola "Autostop Generation" (Ultra Edizioni). Dal 2006 è direttore responsabile di Hitmania Magazine, periodico di musica spettacolo e culture giovanili.