Bryan Adams cancella il concerto in Mississippi contro legge anti-gay

104
0

Non solo Bruce Springsteen: anche Bryan Adams ha deciso di annullare un suo concerto in protesta contro la legge che proibisce a omosessuali e bisessuali di utilizzare i bagni pubblici.
Ricorderete, lo stesso aveva fatto il Boss cancellando il suo concerto, la settimana scorsa, a Greensboro, in North Carolina. E lo stesso ha fatto Bryan Adams, che quindi ha deciso che il 14 aprile non si esibirà al Mississippi Coast Coliseum di Biloxi.
«Non posso, in coscienza, esibirsi in uno stato in cui ad alcune persone vengono negati i diritti civili a causa dell’orientamento sessuale», queste le parole di Bryan Adams.
Oltre al divieto di utilizzo dei servizi pubblici, infatti, la (folle) legge, che in Mississippi entrerà in vigore a partire dal primo luglio, permetterà ad alcuni gruppi religiosi e aziende private di rifiutare il proprio servizio alle coppie omosessuali.
Una presa di posizione molto forte, quella di Bryan Adams e Bruce Springsteen che, speriamo, verrà capita e condivisa dai loro fan e, più in generale, dai cittadini di un paese la cui Dichiarazione di inpendenza recita, in uno dei suoi articoli più famosi, che Tutti gli uomini sono stati creati uguali.

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.