Andrea Innesto in tour per presentare il suo disco, con lui anche Frank Nemola

99
0

Dal 22 aprile Andrea Innesto Ensemble sarà in tour per presentare l’album Diary of a kid con uno spettacolo che è un percorso nella storia della musica dagli anni ’40 ad oggi, arricchito da proiezioni di immagini, ricordi, estratti da serie televisive, pubblicità, spettacoli, riconoscibili a tutti.  La prima data è in programma all’Astragalo di Gravellona Toce, in provincia di Verbania.

Il gruppo è formato da: Andrea Innesto (sax e voce), Pippo Guarnera (tastiere), Serenella Occhipinti (voce, ex Taglia42), Ariane Diakite (voce), Frank Nemola (programmazione, tastiere), Andrea Taravelli (basso).

Il disco di Andrea Innesto “Cucchia”, sassofonista e vocalist emiliano, noto ai più per le numerose collaborazioni con grandi artisti (Vasco Rossi, Loredana Bertè, Ornella Vanoni, Gianni Morandi, Steve Rogers Band)  è già nei migliori negozi di dischi e disponibile su tutti i digital store e piattaforme di streaming.

E’ anche in rotazione radiofonica il primo singolo E’ la melodia che porta Alì, un brano latin jazz con un mix di sonorità mediorientali e mediterranee, unico brano in italiano del disco.  

Diary of a kid rende omaggio ai brani che hanno influenzato il musicista, con riferimenti al mondo musicale d’oltreoceano ma con attenzione anche ai suoni e ritmi mediterranei.

E’ un progetto di grande contaminazione negli stili e si rifà principalmente alla cultura afroamericana con radici nel linguaggio blues, influenze be-bop, supportato da ritmiche funk, latin jazz ed afro, con alcune influenze pop rock. Contiene 10 tracce, otto inediti e due cover: Drive my car dei Beatles e Winelight di Grover Washington Jr..

“Il “Diario di un bambino” è un racconto musicale cronologico composto da alcuni grandi classici del jazz rivisitati e da canzoni nuove inedite. Il disco contiene anche alcune composizioni che ascoltavo da bambino, il ricordo di musiche che hanno formato il mio universo sonoro e definito le mie preferenze musicali. – racconta Andrea Innesto – Un percorso che parte dagli anni 1940, periodo storico di grande inventiva musicale, fino ad arrivare ai giorni nostri. Vuole essere un tributo simbolico e riassuntivo a quei personaggi che nel secolo scorso hanno rivoluzionato il linguaggio musicale attraverso le loro composizioni ed esecuzioni e, di conseguenza, condizionato la crescita musicale di ognuno di noi”.

Diary of a kid è frutto di un lavoro di qualche anno, in  cui Andrea Innesto ha sviluppato il concept ed effettuato le necessarie ricerche storiche, e contiene otto nuove composizioni originali oltre a due cover di famosi brani internazionali. Registrato tra Stati Uniti (Studio City Sound di Los Angeles), Germania e Italia, è stato prodotto in collaborazione con Lujiendo, ed arrangiato dallo stesso Andrea Innesto con Pippo Guarnera. La maggior parte del lavoro è stata realizzata a Bologna, nel suo home studio Chicken Shack, e Faenza, LP studio Recording di Andrea Lujiendo Ventrucci. Le collaborazioni sono molteplici, dallo stesso Pippo Guarnera al pianoforte e hammond, l’americano Matt Laug, Giacomo Scheda e Francesco Bonazza alla batteria, Claudio “Gallo” Golinelli al basso, il chitarrista Christian Cicci Bagnoli e il californiano Stef Burns alle chitarre, il polistrumentista cubano Daniel Martinez Labana alle chitarre ritmiche, le voci sono della bella Ariane Salimata Diakite e dello stesso Andrea Innesto.

YouTube / Ultratempo – via Iframely

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.