20 Aprile 1964, nasce Andy Serkis

15
0

 “mi sento incredibilmente libero quando sono dentro la pelle di qualcun altro”.

No, non l’ha detto Hannibal Lecter, ma Andy Serkis, forse il volto sconosciuto più famoso di tutti i tempi. Inglese, e ottimo attore, ma deve la sua fama all’incredibile serie di personaggi ricostruiti con computer graphics, a cui presta fattezze, movenze e voce.

Il suo primo ruolo in questo senso è nella colossale trilogia de Il Signore Degli Anelli (e successivamente Lo Hobbit) di Peter Jackson: sconosciuto, va in Nuova Zelanda per interpretare Gollum/Smeagle, e se il computer fa abbastanza per il successo del personaggio, di certo non sarebbe stato lo stesso senza il lavoro certosino di Andy, e la sua voce stridula e disperata (curiosità: parzialmente ispirata dai gatti di Andy quando rigettano le palle di pelo!); nel 2005 invece è King Kong sempre per Peter Jackson, e, ormai specializzatissimo, presta le sue fattezze a Cesare, il protagonista della nuova Franchise de Il Pianeta delle Scimmie (2011, 2014 e presto nel 2017), il Capitano Haddock in Le Avventure di Tin Tin (2011) e il recentissimo supercattivo Snoke del nuovo Star Wars; e sarà ancora il cattivo a brevissimo per i Marvel Studios, stavolta in carne e ossa, nel prossimo Black Panther (2018).

Altre ricorrenze

  • 1937, nasce George Takei, il mitico Sulu di Star Trek
  • 1941, nasce Ryan O’Neal, attore di Love Story e Barry Lyndon
  • 1949, nasce Jessica Lange, attrice in King Kong e Tootsie, 2 Premi Oscar, 5 Nomination
  • 1977, esce Io E Annie di Woody Allen, 4 Premi Oscar
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.