Nonno scatenato. Ma sempre vecchio

De Niro demenziale studentesco tra parolacce e citazioni

103
0

Nonno scatenato 
di Dan Mazer
con Robert De Niro, Zac Efron, Julianne Hough, Zoey Deutch, Aubrey Plaza.
Voto 6 meno meno

Muore la nonna e il nonno De Niro assiste compunto alle esequie in abito scuro con barba saggia d’ordinanza. Chiede al nipote Zac Efron di accompagnarlo in macchina in Florida dove ogni anno a quel tempo andava con la nonna. Sconcerto: il nipote, avvocato perbenino, è nel pieno delle grandi manovre per sposarsi un buon partito e iniziare una grande carriera nello studio del padre. Ma accetta. Il mattino dopo il nonno senza barba lo accoglie masturbandosi davanti a un porno.  È l’inizio di un viaggio iniziatico in cui il nonno si rivela ex berretto verde, versato in armi, droghe, arti marziali, bevute, scherzi pesantissimi e con una gran voglia di fare sesso dopo quaranta anni di fedeltà. In Florida ci sono le spring breaks (le vacanze di primavera) e tutte le studentesse sono surriscaldate. Il resto è un mix di generi come moda comanda (commedia studentesca ormonale/ on the road/ demenziale/ ragazze che parlano sporco come i maschi) che in versione italica potrebbe essere battezzato Vacanze di maiale, con inserimenti di saggezza zen pop in cui De Niro si toglie tutte le soddisfazioni di chi ha fatto quel che voleva in carriera e in variante mafioso/allupato/ Yoda spiega al nipote che dovrebbe inseguire i suoi sogni come succedeva nel nuovo cinema americano anni Settanta dal Laureato in su. Cioè, questa è la scusa: per far notare che in questo film la storia del cinema c’è ed è una gara tra citazioni colte o pop, parolacce  e sottotesti da commedia ebraica: tra le chicche una svastica di cazzi dipinta in fronte a Efron (definita da un rabbino “la ruota dell’orgasmo”) e la battuta gerontofila della studentessa che colleziona professori e vuole proprio farsi De Niro: “aprimi il reggiseno come faresti con la lettera della pensione”.

YouTube / Eagle Pictures – via Iframely

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori