Truman. La vita in 4 giorni

Un amico visita un amico che muore. Tragico ma non serio. Vitale

34
0

Truman – Un vero amico è per sempre
di Cesc Gay
con Ricardo Darín, Javier Cámara, Dolores Fonzi, Eduard Fernández, Alex Brendemühl.
Voto 8

Madrid. Tomàs, matematico, torna a sorpresa dal Canada per stare quattro giorni con Julian, il suo amico attore, argentino, espatriato, squattrinato, matto. Julian è malato: presto morirà e deve fare quello che i medici a quel punto dicono sempre nei film: mettere ordine nelle sue cose. Dunque Julian -con Tomàs- prova a mettere ordine. Un film strappalacrime? Se volete potete anche piangere, ma intanto verrete distratti dalle cose che i due si dicono, dal modo ondivago, morbido e ferocemente ironico in cui se le dicono (si rinfacciano anche gli anni di analisi che si sono procurati) e dalla strana, ipnotica maniera che hanno di muoversi (a Madrid, in Europa, nel loro corpo, nella loro anima) per prendere la vita. Così, un pezzettino alla volta. Difficile dire se la maniera sia giusta o sbagliata, perché viene da sorridere anche dei disastri, e si infiltra un sospetto: sembra vita vera e non un film, sembra che nel film siano entrati da una finestra la malattia, i brutti pensieri, le comicità involontarie, i rimorsi, gli atti di coraggio e di incoscienza e gli slanci d’amore del quotidiano: tran tran banale, figli, mogli, amanti, torti fatti e subiti, piccole cose meschine e atti di coraggio impetuosi ma buffi, la retorica e la falsità degli addii, il lavoro, la gloria, la rabbia, le convenienze e soprattutto il tema centrale: che fare del cane Truman? A chi darlo? Gli vorranno bene? E perché non sembra che si discuta del destino di un cane in un film? E soprattutto, perché -accidenti- dovrebbe riguardare noi spettatori?! Il miracolo di questo gioiellino (nel senso che se ne sta discreto lì, indifferente alle tue reazioni) è che non è chiaro perché ma alla fine sembra riguardare tutti gli spettatori. E senza usare effetti speciali. Darìn è quello di Il segreto dei suoi occhi, Càmara quello di Parla con lei e di La vita è facile ad occhi chiusi. Regolatevi.

YouTube / SatineFilm – via Iframely

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori