Codice 999. Un numero di morte

Polizia contro polizia per avere meno polizia addosso...

29
0

Codice 999
di John Hillcoat
con Casey Affleck, Chiwetel Ejiofor, Anthony Mackie, Aaron Paul, Clifton Collins Jr.
voto 7 

Il 999 è il codice che dice a tutta la polizia della città che un agente è stato colpito. I colleghi si scatenano e i tempi di reazione alle altre chiamate si dilatano. Quindi se dei poliziotti ultracorrotti e pure ricattati dalla mafia russo ebraica dei macellai kosher hanno bisogno di tempo per portare a termine con agio un crimine, conviene loro rallentare tutto uccidendo un collega.
Ecco che l’ultimo arrivato di una squadra molto speciale e quasi illegale (e in realtà legata a una banda di assassini ricattati per fare una cattiveria a Putin, nientemeno…) non sa di essere sul punto di venire sacrificato dai colleghi che hanno bisogno di un 999. Il fato, però, le parentele tra poliziotti e i disamori famigliari di un agente speciale possono cambiare radicalmente il senso di un 999. L’australiano John Hillcoat di La strada e Lawless ha uno strano modo di girare, usa molto l’oscurità visiva, la crudeltà e spesso adora confondere lo spettatore con torte a strati di violenza: nel suo film ci sono i cattivi (i poliziotti normali), i cattivissimi (gli agenti speciali), gli assurdi (i criminali) e gli inaccettabili (i capi del crimine). Di contorno le bande di quartiere.

YouTube / M2 Pictures – via Iframely

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori