Il Red Bull Flying Bach torna in Italia

263
0

Dopo aver emozionato il pubblico di tutto il mondo e aver collezionato sold out ovunque, torna in Italia il Red Bull Flying Bach, per 7 imperdibili appuntamenti fra ottobre e novembre nelle principali città italiane: Milano (1 ottobre, Teatro degli Arcimboldi), Torino (5, Teatro Colosseo), Firenze (8, Teatro Verdi), Napoli (12, Teatro Augusteo), Palermo (15, Teatro Biondo) Trieste (4 novembre, Teatro Rossetti) per poi concludere a Roma (6 , Auditorium della Conciliazione).
Lo spettacolo è davvero unico nel suo genere e vede la fusione tra la breakdance  e la musica classica, con protagonisti la crew berlinese Flying Steps (4 volte campione del mondo di breakdance) e la bravissima ballerina classica Virginia Tomarchio, trionfatrice della scorsa edizione del talent Amici.
Lo show vuole dare nuova vita al “repertorio di clavicembalo temperato” del compositore tedesco Johann Sebastian Bach, miscelando la musica colta alla cultura giovanile. Il tutto dura 70 minuti, fra pianoforte, clavicembalo, beat elettronici  e passi di breaking come head spin, power move e freeze.
Particolarmente fiero dello show è Vartan Bassil, fondatore dei Flying Steps e direttore artistico assieme a Cristoph Hagel: “Nei tentativi precedenti di unire musica classica e breakdance, i B-boys avevavno contribuito alla musica semplicemente con i propri passi. Per il Red Bull Flying Bach non ci limitiamo solo a ballare, ma a focalizzare e ridare vita al well-tempered Clavier di Bach. Per noi, è un sogno divenuto realtà. Vogliamo incantare con la nostra arte il pubblico di ogni continente.”

 

CONDIVIDI
Claudia Assanti
Nata in Calabria, classe '86. Un diploma di Liceo Scientifico che però mi ha portato ad una laurea in Lingue e Letterature straniere. La musica e la letteratura sono sempre state la colonna portante della mia vita in ogni loro sfumatura. Sognatrice ostinata ma realista al punto giusto.