Rocco Tanica lascia gli Elii… oppure no? Facciamo chiarezza.

1745
0

La storia ormai è abbastanza nota, ma per chi se la fosse persa ecco un piccolo riassunto: qualche giorno fa gli Elio e le Storie Tese hanno aperto il Piccoli energumeni tour a Milano, in un Forum stracolmo davanti a 9.400 persone.
Sul finale di concerto Rocco Tanica (al secolo Sergio Conforti) è salito sul palco per eseguire gli ultimi brani nell’ambito del contest “anche tu Rocco Tanica”, e alla fine del live ha annunciato l’addio alle scene.
Da questa situazione è subito nato un fraintendimento, e gli articoli pubblicati nei giorni successivi hanno fatto passare Rocco per il Jack Frusciante di turno, ma non è esattamente così. Ricostruiamo i pezzi.
Già da tre anni le apparizioni live del tastierista si erano molto diradate, tanto che era stato ormai sostituito praticamente in pianta stabile da Vittorio Cosma (oltre al prezioso supporto di Jantoman, da tempo nel gruppo), mentre ha continuato a dedicarsi alla realizzazione degli album in studio (qui la recensione di Figgatta de Blanc).
Quindi cosa è cambiato e cosa cambierà? Assolutamente nulla.
C’è stata soltanto l’ufficializzazione di una situazione in essere già da diversi anni.
Magari per i nostalgici del simpatico complessino un po’ di rammarico per la certezza di non vedere più sul palco Sergio ci sarà sicuramente, ma nei meccanismi interni della band non cambierà nulla.

Anche tra gli stessi membri della band l’emozione era palpabile, dopo l’annuncio direttamente dal palco del Forum di Assago (“grazie per 35 anni molto divertenti, è stato un bellissimo giro di giostra”), come si può desumere da queste bellissime parole scritte il giorno dopo da Cesareo sul suo profilo Facebook: Sì, ieri sera mi sono commosso abbracciando Sergione. Quattro giovanissimi ragazzi iniziano a suonare più di 30 anni fa in piccoli locali a Milano e dintorni. Tanta gloria, 2 lire e un trancio di pizza con una bibita quando andava bene. Non abbiamo mai mollato, non siamo diventati ricchi ma abbiamo avuto soddisfazioni immense e siamo andati avanti cercando di fare sempre bene, per noi e per voi. Non è una vita facile. Stress, fatica fisica e mentale sono elementi costanti che ti spingono più volte a mollare. Non sarà facile fare concerti senza lui accanto. Ma ha scelto così e noi rispettiamo il suo volere. Ci sarà in tutto il resto, questo è quello che conta.

Rocco Tanica invece ha spiegato così la sua scelta: “Ho iniziato tre anni fa a latitare e ho maturato la decisione piano piano. Non ho mai avuto il fisico, a me alle 9 e mezza viene sonno, lo giuro, e questa cosa è incompatibile col mondo del rock. Scherzi a parte, ho poche energie per questo tipo di attività e invece mi riesce bene lavorare in studio. Nulla cambia in famiglia, semplicemente tengo un profilo più defilato”.

Quelle del mese di maggio saranno le ultime date in cui Rocco prenderà parte ai live, e saranno il 15 a Torino, il 17 a Montichiari, il 20 a Firenze e l’ultima in assoluto sarà il prossimo 21 maggio al Gran Teatro Geox di Padova.
Noi ci saremo e vi racconteremo tutte le emozioni di una serata speciale nella storia del complessino.

PS: restate sintonizzati su Spettakolo.it, nei prossimi giorni avrete la possibilità di vincere i biglietti per il concerto!

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".