11 Maggio 1931, esce M il Mostro di Dusseldorf

55
0

Considerato dallo stesso Fritz Lang il suo capolavoro, ancora di più dell’iconico Metropolis, è il suo primo film sonoro, ed è anche il primo film vero con un serial killer, che per di più rapisce e uccide bambini, basato su una storia reale. Lui e le moglie avevano passato mesi a compiere ricerche presso gli archivi della polizia di Dusseldorf.

Il film fu peraltro sequestrato dal Partito Nazista nel 1934, che sale al potere l’anno prima e questo rende M Il Mostro di Dusseldorf indisponibile fino al 1947, restaurato dallo stesso Lang. E dire che Joseph Goebbels lo adorava, a differenza di Hitler, e commentò nel 1931: “fantastico, privo di falsi sentimenti umanitari”.

Girato in appena 6 settimane,  furono storici i maltrattamenti che Lang riservò al protagonista Peter Lorre, più di una volta lo scaraventò giù dalle scale: entrambi ebrei, scapparono negli USA, e quando Lang propose a Lorre di lavorare ancora con lui ne La Bestia Umana (1954), il buon Peter rifiutò seccamente.

Altre ricorrenze

  • 1978, nasce Laetitia Casta, attrice di La Frode e Gainsbourg
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.