12 Maggio 1994, esce Pulp Fiction

57
0

Esce lo stesso anno di Forrest Gump e agli Oscar sono i due principali contendenti: ma sarà il film di Zemeckis a vincere quasi tutti i premi più importanti a danno del film di Tarantino. 6 a 1 il punteggio finale.

Ma il tempo almeno stavolta è galantuomo. A 22 anni dalla sua uscita, non c’è dubbio che Pulp Fiction di Quentin Tarantino sia un film decisamente superiore all’altro: la sua sceneggiatura densa e fitta come poche altre, la scansione non cronologica degli eventi che però si incastrano in un perfetto meccanismo ad orologeria, Mr Wolf, il twist tra Vince e Mia, alcune interpretazioni magnifiche con attori praticamente recuperati o inventati (su tutti John Travolta, ma anche Harvey Keitel, Samuel L. Jackson, Uma Thurman) ne fanno il film che lancia definitivamente Tarantino tra i registi top, molto più de Le Iene, che rimane per tanti versi un film di nicchia.

Due curiosità: la scena in cui Vince/Travolta infila una siringa nel petto di Mia/Thurman è vera, solo che girata al contrario (l’ago era dentro e viene estratto); e nella famosissima scena in cui Jules/Jackson cita Ezechiele, i versi sono tratti a metà dalla Bibbia e metà da un oscuro film di arti marziali giapponese. Più reale della realtà.

Altre ricorrenze

  • 1928, nasce Burt Bacharach, grande compositore di musica da film, Oscar per Arthur e Butch Cassidy
  • 1950, nasce Gabriel Byrne, attore di I Soliti Ignoti e Crocevia della Morte
  • 1950, Nasce Bruce Boxleitner, attore di Tron e Top Secret
  • 1962, nasce Emilio Estevez, attore (Young Guns) e regista (Bobby, La Strada per Santiago)
  • 1978, nasce Jason Biggs, attore di American Pie e La ragazza del Mio Migliore Amico
  • 1987, esce  Dirty Dancing, con Patrick Swayze e Jennifer Grey
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.