Max Pezzali ritorna con “Astronave Max – New Mission”

113
0

Alzi la mano chi non ha mai cantato una canzone di Max Pezzali o degli 883. Alzi la mano chi mai ha sorriso pensando ad un suo pezzo o non ha un ricordo della propria giovinezza legato alla sua musica.

Esce oggi “Astronave Max – New Mission”, evoluzione del CD uscito lo scorso anno contenente una riedizione dello stesso, due inediti ed un disco dal vivo registrato al Forum di Assago. Definito da Max un “software di aggiornamento”, questo album nasce perché, dice, “Non sono mai soddisfatto quando esce un album, perché magari ho lavorato in fretta all’ordine delle canzoni o alla grafica. E quindi mi sono tolto la soddisfazione di riorganizzare i pezzi in maniera diversa.”.

Un disco che contiene tutto Max Pezzali. Credo infatti che il percorso di Max, in questi 24 anni di carriera, non sia, come molti ritengono, separato da una linea di demarcazione tra il pre e post 883. Come ogni altro uomo in questi anni è cresciuto, sono cambiate le sue priorità e prospettive, ma non è cambiato il suo spirito. Le sue canzoni hanno mantenuto la stessa semplicità e ironia che avevano agli albori e che ne hanno decretato, insieme alla sua straordinaria umiltà e simpatia, il successo.

Ed è lui il primo a voler evidenziare questa linea di continuità. Infatti è geniale il medley fatto durante lo scorso tour tra Non me la menare e Fallo tu: la prima canzone, presente nell’album d’esordio, racconta, in maniera ironica, gli screzi tra una coppia di ventenni, nel più classico degli scenari: lei “perfettina” e lui un trasandato interessato più a divertirsi che ad apparire. La seconda è invece presente in “Astronave Max” e, mantenendo la stessa ironia, spiega le grandi incomprensioni comunicative tra marito e moglie, in particolare nel momento in cui lei pretende che lui si occupi di tutti gli impegni coniugali, salvo poi lamentarsi per ogni singola cosa. Si tratta del perfetto trade union tra il giovane cantante degli 883 ed il marito e padre Max Pezzali.

Questa la tracklist del disco:

CD 1
1. Due anime
2. Non lo so
3. L’astronave madre
4. La prima in basso
5. È venerdì
6. Sopravviverai
7. Superstar
8. I fiori nel deserto
9. Niente di grave
10. Col senno di poi
11. Come Bonnie e Clyde
12. Ogni giorno una canzone
13. Fallo tu
14. Generazioni
15. Il treno

CD 2
1. Gli anni
2. Sei un mito
3. Hanno ucciso l’uomo ragno
4. Come mai
5. Nessun rimpianto
6. La dura legge del gol
7. Sei fantastica
8. Lo strano percorso
9. L’universo tranne noi
10. La regola dell’amico
11. Rotta per casa di Dio
12. Se tornerai/Nient’altro che noi/Io ci sarò/Eccoti
13. Nord sud ovest est
14.Tieni il tempo

CONDIVIDI
Mattia Luconi
Di origini torinesi, ma trapiantato ormai da diversi anni in quella magnifica terra che ha dato i natali ai più grandi musicisti italiani, l'Emilia. Idealista e sognatore per natura, con una spiccata sindrome di Peter Pan e con un grande amore che spazia dal Brit rock passando per quello a stelle e strisce, fino ai grandi interpreti italiani. Il tutto condito da una passione pura, vera e intensa per la musica dal vivo.