The Who: «Non rilasciamo nuove canzoni per colpa di Internet»

161
0

Roger Daltrey degli Who ha le idee molto chiare circa il futuro della sua band: per il momento non saranno rilasciati nuovi brani poiché «per colpa di Internet sarebbe solo un modo per perdere denaro».
La dichiarazione è arrivata durante un’intervista rilasciata all’edizione americana di Rolling Stone quando, interrogato circa lo stato attuale dell’industria musicale, ha spiegato: «Internet fa sembrare come se i musicisti dovessero lavorare per niente. I musicisti sono sempre derubati ogni giorno. Internet è una cosa lenta ma inesorabilmente distruttiva. Io non credo che abbia migliorato la vita delle persone. Li ha portati solamente a lavorare di più, desiderosi di volere ancora di più, ma sono tutte stronzate. Non esistono i diritti d’autore, quindi non posso vedere cosa accade. Non c’è un business discografico. Come fai i soldi per fare i dischi? Non ho certamente intenzione di spendere soldi per dare la mia musica gratis. Non posso permettermi di farlo. Ho altre cose con le quali potrei sprecare il mio denaro».
Nonostante questo Roger Daltrey ha dichiarato di essere al lavoro  sul suo album solista. Al momento mancherebbero ancora cinque tracce per chiudere il progetto

The Who saranno in Italia il prossimo settembre per due concerti: il 17 all’Unipol Arena di Bologna e il 19 al Mediolanum forum di Assago (tutte le informazioni qui).

CONDIVIDI
Emanuele Camilli
Nasce a Viterbo nel marzo di un anno dispari. Il primo album che acquista è... Sqérez? dei Lunapop. Il suo sogno? Vedere i fratelli Gallagher ancora una volta insieme su un palco.