Tricarico torna con “Da chi non te lo aspetti – prima parte” (recensione track by track)

368
0

Da chi non te lo aspetti – prima parte
Tricarico
2016
(Artist first)
voto: 7

Da oggi è in vendita nei principali digital store Da chi non te lo aspetti – prima parte, il nuovo lavoro discografico di Tricarico, anticipato, lo scorso 6 maggio, dal singolo e dal video del brano Brillerà che lo ha visto in compagnia di due partner d’eccezione, gli attori comici Ale & Franz.

Da chi non te lo aspetti – prima parte esce per ora esclusivamente in digitale, distribuito da Artist First e conterrà otto brani (sei inediti e due grandi successi, Io sono Francesco e Musica).  A settembre con l’uscita di Da chi non te lo aspetti – seconda parte, contenente altri cinque inediti e due successi, verrà pubblicato e distribuito in tutti i negozi di dischi anche il cd fisico contenente tutte e due le parti, con un totale di undici inediti e quattro versioni piano e voce delle canzoni più note del cantautore.

Le musiche di questo album sono di Michele Fazio e Francesco Tricarico, i testi di Francesco Tricarico, ad eccezione del brano Da chi non te lo aspetti il cui testo è firmato da Francesco Tricarico e da Giancarlo Pedrazzini, titolare di Fabbrica Eos e gallerista di Tricarico pittore. La copertina del disco è stata realizzata da Stefano Sgarella.

L’album si apre con Sos Oliva e ci consegna il solito, rassicurante, geniale Tricarico: pop elettronico e testo minimalista che gioca sul nonsense, come da sempre ama fare il cantautore milanese (“S.O.S. / ma come faccio ormai a fidarmi di te? / Vuoi un’oliva sì? Vuoi un’oliva no? / Una soluzione ce l’ho”).
Il secondo brano è Paradiso, una ballata onirica e sognante, che cresce lentamente fino all’esplosione musicale nel finale e ci racconta che nella semplicità delle piccole cose e dei dettagli si può anche trovare il paradiso (“guarda che colori l’arcobaleno / sembra il paradiso”).
La bolla potrebbe essere considerata una sorta di erede de Lo shampoo di Giorgio Gaber, infatti Francesco parte da una situazione simile a quella del Signor G., prende spunto dalle bolle di sapone che si creano sotto la doccia, fino a sognare di avere una propria bolla che possa difenderlo dalle brutture del mondo esterno (“Il sapone profumato, dolce, rosa profumato e fisiologico negli occhi brucerà / Non mi faccio più ingannare dal profumo della rosa, chiudo gli occhi e il sapone non mi brucia più”).
Le tracce inedite dell’album si alternano perfettamente tra un brano ritmato e una ballata, quindi Un nuovo amore fa parte di quest’ultima categoria ed è probabilmente la canzone più poetica di tutto il disco, arrivando ad immedesimarsi nella lettura di un libro, trasportandolo nella vita reale (“L’immaginazione torna nel mio cuore / fantasia nell’anima mia”).
Brillerà, singolo di lancio dell’album (potete ascoltarla e vedere il videoclip in fondo all’articolo), vede la partecipazione di Ale & Franz, due la cui comicità sembra sposarsi alla perfezione con il mondo di Francesco, ci racconta l’importanza dei sogni e ci lascia un grande interrogativo: “Ma la pasta al tonno è pronta o no?”
L’ultimo inedito dell’album dà il titolo all’intero progetto: stiamo parlando infatti di Da chi non te lo aspetti, e se Eraclito diceva che “chi non si aspetta l’inaspettato non troverà la verità”, Tricarico, accompagnato dal solo pianoforte, ci insegna come bisogna concedersi e concedere dei gesti inaspettati, visto che sono proprio quelli che possono cambiare in positivo una giornata o addirittura una vita intera (“ti arriverà un regalo inaspettato d’amore / a te che non ti aspetti nulla ormai”).
Le ultime due tracce sono dei nuovi arrangiamenti piano e voce di due dei più grandi successi del cantautore milanese.
La prima è Io sono Francesco: rilettura piano e voce del singolo d’esordio, con l’immancabile “puttana la maestra” che lo ha consegnato alla gloria eterna. Con un piccolo, ma significativo cambio nel testo: “il mio capo mi ha salvato” cantava una volta Tricarico, che ora invece afferma orgoglioso “io, io mi sono salvato”. Una di quelle canzoni che, a dispetto dell’apparente facilità, sono capaci di sgualcirti l’anima in qualsiasi versione vengano proposte.
L’altra, Musica, singolo pubblicato nel 2001 e contenuto nel primo album (Tricarico, 2002), in questa versione incarna ancora di più una dichiarazione d’amore alla musica che, come confessa Francesco in più occasioni, “mi ha salvato”.

Un album che ci consegna il “solito” Tricarico: tanto surreale e lunare quanto immediato e geniale. Francesco è così, lo si ama o lo si odia, senza mezze misure. E noi lo amiamo.

(Ha collaborato Marco Pagliettini)

Tracklist:
1. Sos Olivatricarico - da chi non te lo aspetti prima parte
2. Paradiso
3. La bolla
4. Un nuovo amore
5. Brillerà
6. Da chi non te lo aspetti
7. Io sono Francesco
8. Musica

Da chi non te lo aspetti – prima parte sarà presentato alla stampa e al pubblico con due mini showacase:
il 30 giugno a Milano alle 18,30 alla Fabbrica Eos Arte Contemporanea (Piazzale A. Baiamonti 2).
Il 1 luglio a Roma alle ore 22 presso il locale ‘na cosetta (via Ettore Giovenale, 54).

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".