Fabri Fibra condannato per diffamazione contro Valerio Scanu

281
0

Quand’è che si può parlare di diffamazione all’interno di un testo rap?
Lo ha stabilito il Tribunale di Milano, con una sentenza che, nel suo piccolo, passerà alla storia, con la condanna di Fabri Fibra al pagamento di una multa pari a 20mila euro per aver diffamato Valerio Scanu in una canzone. La sentenza era stata emessa diversi mesi fa, ma il rapper e i suoi legali avevano deciso di non impugnarla. Ora, quindi, con la scadenza dei termini per l’impugnazione, la sentenza è passata in giudicato e Fabri Fibra sarà costretto a pagare la multa.
Ma la vicenda sembra essere destinata a continuare ancora a lungo: i legali di Scanu, infatti, hanno dichiarato di voler agire anche in sede civile, per ottenere il pieno risarcimento del danno.
Il pezzo incriminato è Di me e di te, brano che il rapper ha inciso nel 2013 e che contiene chiari riferimenti a Valerio Scanu e alla sua vita sessuale:

Vengo in bocca, come a Valerio/che in verità è una donna/a me sta bene, il mondo è vario./Vladimiro era invertito, un travestito al contrario/Davvero? Certo, l’ho visto a Porto Cervo/esplodevo come a Chernobyl, dopo il suo concerto/eravamo nel suo camerino a bere vino/io l’ho spinto in bagno, lui m’ha detto/’in tutti i mari, in tutti i laghi, non capisci, mi bagno’/Con una corda l’ho legato sul divano/lui mi ha detto ‘Questa corda mi ricorda/il mio compagno di scuola media/si chiamava Massimo, chiavava al massimo/una media alta, mi inculava come i Mass Media’/Gli ho risposto ‘Complimenti’/gli ho abbassato i pantaloni/e sotto aveva un tanga e quattro assorbenti/giù le mutande, liquido fuori da questo glande/tira su tutto come le canne/mi sono fatto Valeria Scanner

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.