3 Luglio 1985, esce Ritorno Al Futuro

28
0

Non proprio una passeggiata di salute (e non gratis) la produzione di una delle commedie più iconiche degli anni ’80 (nonché una delle più profetiche per tanti versi!), risulta godibilissima ancora oggi l’avventura dell’adolescente Marty McFly che viaggia nel tempo (arrivo: 21 ottobre 1955) e rischia di mandare a monte il matrimonio dei genitori, nel più classico degli “effetti farfalla”.

Diretto da Zemeckis e prodotto da Spielberg, che gli rifiutò la sceneggiatura ben 40 volte e all’inizio non fu Michael J. Fox ad essere scritturato per la parte di Marty Mc Fly, bensì tale Eric Stoltz. Ci vollero 6 settimane a liquidare Stoltz e a inserire quello che divenne uno degli attori più pagati del decennio.

Il film, numero uno al mondo di incassi nel 1985, diede vita ad una trilogia, lanciò un’auto (la mitica DeLorean, che in Italia nessuno aveva mai visto o sentito dire), rilanciò Chuck Berry (in una delle scene più memorabili con Marty che si lancia in un futuristico assolo di chitarra), e fu talmente popolare che l’allora presidente Ronald Reagan volle una visione privata, divertendosi molto alla battuta in cui si fa riferimento alla sua carriera politica che nel 1955 doveva sembrare piuttosto improbabile visto che era un attore, e neanche di prima fascia (“ e il vicepresidente chi è, Jerry Lewis?” Dice lo sbigottito Doc degli anni ‘50).

Una curiosità: Marty si fa chiamare Levi Strauss nel 1955, in quanto è il nome che gli leggono sui boxer… ma questo solo in Italia e in Spagna e pochi altri Paesi, in USA è Calvin Klein e in Francia Pierre Cardin! Si vede che la globalizzazione era agli albori…

Altre ricorrenze

  • 1962, nasce Tom Cruise, attore di Magnolia e Mission Impossible
  • 1965, nasce Connie Nielsen, attrice de Il Gladiatore e One Hour Photo
  • 1967, nasce Sandra Ceccarelli, attrice di Luce dei Miei Occhi e La Vita che Vorrei
  • 1973, nasce Patrick Wilson, attore di Watchmen e L’Evocazione
  • 2005, muore Alberto Lattuada, regista di Mafioso e Cuore di Cane
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.