Lunedì 4 luglio

67
0

Tredici anni fa si spegneva la voce di Barry White. Nato a Galveston, in Texas, il 12 settembre 1944, Barry Eugene Carter (questo il suo vero nome) viene ricordato soprattutto per il suo caratteristico vocione, un marchio di fabbrica che ha contraddistinto tutta la sua carriera. Dopo un’infanzia difficile, Barry inizia ad appassionarsi di musica negli anni sessanta e diventa un provetto musicista ed un produttore di successo. Negli anni settanta compie il grande passo ed inizia a cantare in proprio: il successo sarà travolgente, al punto che si calcola abbia venduto oltre cento milioni di dischi. Se la voce era la sua caratteristica principale, la seconda era la considerevole mole. L’eccessivo peso sarà una delle principali cause dei problemi di salute avuti all’inizio del terzo millennio. Un blocco renale, un infarto, e poi ancora un blocco renale, quello fatale: il 4 luglio 2003 Barry White muore così a Los Angeles. A 59 anni ancora da compiere.

Gli altri fatti del giorno:
1938: nasce il cantante Bill Withers
1942: nasce la showgirl e cantante Minnie Minoprio
1950: iniziano le trasmissioni di Radio Free Europa
1952: nasce il cantante John Waite
1961: nasce Daniele Campani, batterista dei Nomadi
1963: nasce la cantante ed attrice Ute Lemper
1968: nasce il chitarrista Simone Sello
1981: nasce la cantante Elsa Lila
1999: la cantante Victoria Adams sposa il calciatore David Beckham

CONDIVIDI
Marco Pagliettini
Nato a Lavagna (GE) il 26 luglio 1970, nel giorno in cui si sposano Albano e Romina, dopo un diploma in ragioneria ed una laurea in economia e commercio, inizio una brillante (si fa per dire) carriera come assistente amministrativo nelle segreterie scolastiche della provincia di Genova e, contemporaneamente, divorato dalla passione del giornalismo, porto avanti una lunga collaborazione con l’emittente chiavarese Radio Aldebaran e il quotidiano genovese Corriere Mercantile. Dal 2008 curo il blog Atuttovasco.