13 Luglio 1942, nasce Harrison Ford

45
0

La sua ironia innata, la faccia da figlio di buona donna, ma in fondo buono, ne fanno uno dei volti più amati di Hollywood da sempre.

Quando gli domandano cosa lo avesse spinto ad essere un attore, risponde” avevo fallito in tutto il resto”. In effetti, gli inizi di Harrison Ford non sono affatto brillanti, prima studente mediocre, poi qualche particina tra televisione, pubblicità e cinema. L’incontro della vita arriva nel 1972, quando George Lucas lo recluta per una parte significativa nel suo American Graffiti (1973).

E quando Christopher Walken rifiuta il ruolo di Han Solo (!!!) in Guerre Stellari (1977), Lucas pensa subito di sostituirlo con Harrison Ford, che diventa forse la figura più iconica di una delle serie più iconiche di tutti i tempi. E dire che aveva proposto a Lucas di ucciderlo alla fine del primo episodio! Ruolo peraltro ripreso recentemente nel nuovo film sui Jedi (e ci sarebbe da  dire che Harrison fu profetico nel 1977!)

E fu sempre Lucas a metterci lo zampino nell’altro grande ruolo della vita di Ford, ovvero Indiana Jones (1981), nel senso che inizialmente lui e Spielberg avevano concordato di lanciare Tom Selleck come protagonista, ma lo stesso Selleck rifiutò per girare Magnum PI… e indovinate chi fu il fortunello ad essere scelto? Peraltro, dovrebbe arrivare a breve anche il quinto episodio con l’avventuriero con fedora e frusta.

Certo, poi la fortuna bisogna sapersela guadagnare, e sono almeno altre due le sue interpretazioni che lo rendono per un certo periodo l’attore più pagato di Hollywood: il cacciatore di mutanti Deckard in Blade Runner (1982) e il poliziotto John Book nella comunità Amish in Witness (1985), nel quale, oltre a ricevere l’unica Nomination della sua carriera, dimostra tutta la sua perizia come falegname in una della scene più famose del film.

Altre ricorrenze

  • 1940, nasce Patrick Stewart, il capitano Picard di Star Trek e il Professor Xavier di X-Men
  • 1957, nasce Cameron Crow, regista e sceneggiatore di Quasi Famosi (Oscar 2000) e Jerry Maguire
  • 1990, esce Ghost di Jerry Zucker con Patrick Swayze e Demi Moore, 5 Nomination, 2 vittorie all’Oscar (tra cui Whoopi Goldberg, miglior attrice non protagonista)
  • 2000, esce il primo X-Men di Bryan Singer, che segna l’inizio dell’era dei cinefumetti
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.