Cremonini al giro di boa: «2016 in studio. Voglio scrivere un capolavoro»

886
0
Foto: Riccardo Medana

Giro di boa. Cesare Cremonini apre così un lungo messaggio rivolto ai fan tramite il proprio canale Facebook. Ne scrive uno per raccontare le tappe di avvicinamento al nuovo disco, in lavorazione da cinque mesi.

“Ho lavorato senza sosta al nuovo album nei cinque mesi appena passati. Sono stati giorni molto importanti per me, perché vissuti con il grande piacere degli ultimi due straordinari tour ancora nel cuore, (mi manca il palco come può mancarti un fratello ma so che lo rivedrò presto), e la costante sensazione di gratitudine per ciò che ho ricevuto mi ha spinto in fretta verso un nuovo grande sogno musicale. Il tempo che mi sono preso, circa un anno e mezzo, per fare ciò in cui credo, è il motore stesso del bisogno di superarmi. In queste settimane abbiamo aggiornato, e continueremo a farlo, lo studio Mille Galassie, rendendolo migliore e ancora più vivibile, perché in effetti io ci vivo lì dentro, ed è questa la cosa a cui tengo di più: vivere creando e creare giorno dopo giorno la vita che sognavo di vivere. Negli ultimi 10 anni non avevo mai avuto un attimo di vero respiro e ci voleva davvero. Per “riordinare la stanza”. Così in questo periodo sono nate le prime bozze, i primi brani, nuovi di zecca, e alcuni tra loro saranno i pilastri del prossimo album. Altri nasceranno e faranno del prossimo album un…”capolavoro”. Questo sto provando a fare.

Sono tempi strani, ma sono sicuro che le canzoni siano più forti e importanti di un commento ammiccante, di una polemica inutile o di una foto sui social, e se le sai scrivere, se ci provi davvero, beh, non hai bisogno di molto altro. Non so se ho torto o ragione, ma l’istinto mi dice questo. 

Quindi vi ringrazio di cuore per la calma e la pazienza con la quale molti di voi mi stanno supportando anche nei momenti di “silenzio” in cui sto disegnando un pezzo di futuro musicale che ci riguarda. Nasceranno altre melodie da qui in avanti, e molte altre parole le accompagneranno. Fino a quando non sarà il momento giusto per portarle a Voi.”

Ma ci sarà ancora attesa. Date certe non ce ne sono, ma l’impressione è che solo la primavera del 2017 accoglierà i nuovi suoni di Cremonini, pronto a proseguire idealmente la strada tracciata dai quattro inediti del Più Che Logico Live.

“La passione che mi esplode dentro ogni giorno per la musica si nutre del fatto che vivere per immagini che diventano suoni, oltre a essere una bella fortuna, permette il miracolo di cambiare un giorno qualunque nel giorno di cui hai bisogno. Sembra così semplice ma ancora non ho trovato una occupazione che mi fa sgranare gli occhi e gioire più di questo “motore immobile” che è una canzone. 

Così passerò questa seconda metà del 2016 ancora in studio. Con gli occhi tristi di un treno a vapore. E un grammofono antico al posto del cuore. 

Faremo grandi cose”.

 

CONDIVIDI
Marco Fornaro
Ho 18 anni e ospiti della mia play-list sono perlopiù Bob Dylan, De Gregori, i Pink Floyd e tanti altri artisti che mi convincono di essere nato nell'anno sbagliato. Amante di (quasi) tutti i generi possibili, scrivo anche di sport. In due libri a trenta mani ho pubblicato Che Storia la Bari e La Bari siete voi, giusto per render chiara la passione per il biancorosso. Sogni nel cassetto: viver di romanzi e stappare una bottiglia di GreyGoose sui colli bolognesi con Cesare Cremonini.