Tutti i film della Mostra del cinema di Venezia

184
0

L’annuncio era atteso per oggi, durante la conferenza stampa di presentazione organizzata a Roma. Ed eccoci, quindi, pronti ad annunciarvi i nomi dei film che saranno in concorso durante la prossima edizione della Mostra del cinema di Venezia.
Copiosa presenza, quest’anno, per il cinema a stelle e strisce, pronto ancora una volta a offrire una parata di “star” hollywoodiane: Jim Carrey, Ryan Gosling, Cate Blanchett Emma Stone, Michael Fassbender e Jake Gyllenhaal sono solo alcuni dei nomi che terranno impegnati i paparazzi sul red carpet e tra le strade di Venezia.
Si difende bene anche l’Italia, che in questa edizione scende in campo con tre nomi: gli “outsider” Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, con il documentario Spira Mirabilis, Roan Johnson, con Piuma e Giuseppe Piccioni, con Questi giorni. Più il “jolly” Monica Bellucci, protagonista di On the milky road, di Emir Kusturica.

Tutti i film in concorso a Venezia 73:

The bad batch di Ana Lily Amirpour
La la land di Damien Chazelle
The light between oceans di Derek Cianfrance
El ciudadano ilustre di Mariano Cohn e Gastón Duprat
Spira mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti
Ang babaeng humayo (The woman who left) di Lav Diaz
La región salvaje di Amat Escalante
Nocturnal animals di Tom Ford
Piuma di Roan Johnson
Rai (Paradise) di Andrei Konchalovsky
Brimstone di Martin Koolhoven
Na mlijecnom putu (On the milky road) di Emir Kusturica
Jackie di Pablo Larraín
Voyage of time di Terrence Malick
El cristo ciego di Christopher Murray
Frantz di François Ozon
Questi giorni di Giuseppe Piccioni
Arrival di Denis Villeneuve
Les beaux jours d’Aranjuez di Wim Wenders

Per quanto riguarda la sezione Orizzonti, tre le pellicole italiane in gara: Stanza 52 di Maurizio Bracci, Il più grande sogno di Michele Vannucci e il documentario Liberami di Federica Di Giacomo.

La lista dei film della sezione Orizzonti:

Tarde para la ira di Raúl Arévalo
King of the Belgians di Peter Brosens e Jessica Woodworth
Laavor et hakim (Through the wall) di Rama Burshtein
Liberami di Federica Di Giacomo
Koca dünya (Big big world) di Reha Erdem
Gukoroku di Kei Ishikawa
Maudite poutine di Karl Lemieux
São Jorge di Marco Martins
Dawson City: Frozen time di Bill Morrison
Réparer les wivants di Katell Quillévéré
White sun di deepak Rauniyar
Malaria di Parviz Shahbazi
Kékszakállú di Gastón Solnicki
Dark night di Tim Sutton
Home di Fien Troch
Die einsiedler di Ronny Trocker
Il più grande sogno di Michele Vannucci
Boys in the trees di Nicholas Verso
Ku qian (Bitter money) di Bing Wang

Infine, le pellicole Fuori concorso, tra cui segnaliamo One more time with the feeling, film in 3D di Andrew Dominik con Nick Cave; The bleed, di Philippe Falardeau, con Naomi Watts; The magnificent seven, di Antoine Fuqua, con Denzel Washington e Chris Pratt; Hacksaw ridge di Mel Gibson, con Andrew Garfield. Inoltre, sempre fuori concorso, sarà presentata in anteprima la serie The young pope, di Paolo Sorrentino, con Jude Law, con la proiezione dei suoi due primi episodi. Ancora, Tommaso, di Kim Rossi Stuart, con protagonisti lo stesso attore romano, insieme a Jasmine Trinca e Cristina Capotondi.

Ecco la lista completa dei film fuori concorso:

Our war di Bruno Chiaravalloti, Claudio Jampaglia e Benedetta Argentieri
I called him Morgan di Kasper Collin
One more time with feeling di Andrew Dominik
The bleeder di Philippe Falardeau
The magnificent seven di Antoine Fuqua
Hacksaw ridge di Mel Gibson
The journey di Nick Hamm
À jamais di Benoît Jacquot
Gantz:O di Yasushi Kawamura
Miljeong (The age of shadows) di Jee Woon Kim
Austerlitz di Sergei Loznitsa
Assalto al cielo di Francesco Munzi
Monte di Amir Naderi
Tommaso di Kim Rossi Stuart
Safari di Ulrich Seidl
American anarchist di Charlie Siskel
The young Pope (Episodi 1 e 2) di Paolo Sorrentino
Planetarium di Rebecca Zlotowski

All’interno della rassegna Cinema nel giardino, invece, sarà presentato L’estate addosso, film di Gabriele Muccino con colonna sonora di Jovanotti. Grande attesa, poi, per In dubious battle, film di e con James Franco; quindi, Geumul (The net) di Kim Ki-Duk, e il documentario Robinù, di Michele Santoro.

Infine, Leoni d’oro alla carriera all’attore francese Jean-Paul Belmondo e al regista polacco Jerzy skolimowski.

CONDIVIDI
Laura Berlinghieri
Nata a Venezia, ma vivo a Milano. Classe '93. Diploma al liceo scientifico-linguistico, ultimo anno di Giurisprudenza all'Università di Padova e un Erasmus in Spagna. Tanti interessi: dalla scrittura alla musica, dai viaggi alla politica. Musicista per diletto e aspirante giornalista. Prime collaborazioni con Max/Gazzetta dello Sport, Radio Base di Mestre, Young.it e NonSoloCinema.com. Giornalista pubblicista, da cinque anni inviata alla Mostra del Cinema di Venezia.