Locarno. Le due France di Cessez le feu

Francesi in guerra: in Europa, in Africa, dentro di sé

10
0

Cessez le feu di Emmanuel Courcoul è un film profondamente francese su ferite e modi dell’immaginario ancora non rimarginati
Inizia tra le trincee della Grande Guerra, con un trauma massimo affrontato dal protagonista Georges Laffont (Romain Duris) che si vede gettare addosso la carne dei compagni tritata dalle bombe e continua su due fronti che si congiungono: in Africa Georges che vaga con un ex compagno d’armi nero, vive di traffici come un Rimbaud in minore e rivive con una recita attraverso i villaggi la sua Grande Guerra, e a casa in Francia il fratello divenuo afasico per un trauma (un altro fratello è morto) accudito da un logopedista e innamorato di una vedova di guerra. Quando Georges torna a casa, si rimette panni borghesi e riabbraccia il fratello traumatizzato le due France (quella che è andata all’avventura per disperazione, e quella che si è chiusa per disperazione) si uniscono e si medicano a vicenda.

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori