I Rio portano fortuna a Gregorio Paltrinieri con “Carnaval”

166
0

“La porta della gloria è stretta e scomoda, solo i grandi campioni riescono ad entrarci.”: Gregorio Paltrinieri, campione del mondo dei 1500m stile libero maschile alle ultime olimpiadi, è riuscito a passare attraverso quella porta nei giorni scorsi. Il nuotatore carpigiano, orgoglio di quell’Emilia che ha saputo rialzarsi dal terremoto, non era solo a Rio: insieme a lui, idealmente, anche il brano Carnaval scritto dalla band dei Rio.

Carnaval è un pezzo scritto da Fabio Ferraboschi (il bassista dei Rio, già premio della critica a Sanremo 2014 per il brano Invisibili cantato da Cristiano De Andrè) e contenuto nella versione digitale di Ops! come bonus track.

“È un brano festaiolo – spiega Fabio Mora cantante del gruppo – un vero omaggio a un grande nuotatore come Gregorio, seguire la sua gara è stata una bella scarica di adrenalina, idealmente eravamo al suo fianco in piscina e sul podio che ha conquistato con una bella performance. Siamo orgogliosi di questo ragazzo emiliano che ha vissuto il dramma del terremoto come noi ed ora si è preso questa grande medaglia. Gregorio è un esempio positivo e pulito in questo grande caos dei nostri tempi. Quando tornerà a Carpi nella sua città cercheremo di incontrarlo per fargli sentire dal vivo il nostro pezzo. Greg grazie davvero di tutto”.

CARNAVAL (di Fabio Ferraboschi)

I giorni sono bianchi
i giorni sono neri
i giorni sono menta
che fiorisce come i desideri

Ti meriti qualcosa
che sia meglio
di un autunno
Mentre aspetti
da una vita
quel domani
che non sta arrivando

Poi tutto salta in aria
Come polvere da sparo
sotto il segno zodiacale
di chi vuole che sia tutto vero

PER ME E PER TE
TUTTO CAMBIERÀ
PER ME E PER TE
È SOLO UN GIOCO

I sogni sono falsi
I sogni sono veri
I sogni poi li toccherai domani
Se li hai cominciati ieri

Contenere le emozioni
È un vizio che hai perduto
Camminando sopra i chiodi
Ma pensando a un tappeto
di velluto

Poi tutto salta in aria
Come polvere da sparo
sopra l’onda tropicale
di chi vuole che sia tutto vero
(tre due uno zero)

PER ME E PER TE
TUTTO CAMBIERÀ
PER ME E PER TE
È SOLO UN GIOCO

Qualcuno vuole avere
qualcuno vuol pensare
Qualcuno vuole avere
il pretesto per rinunciare

CONDIVIDI
Riccardo Medana
Non ha ancora capito cosa farà da grande, ma per adesso ha in tasca una laurea magistrale in Ingegneria Informatica, fa lo sviluppatore Web freelance, collabora con il Politecnico di Milano e con varie società di comunicazione. Ama lavorare dietro le quinte e, in generale, "si ripete spesso che è fortunato" (cit.). Appassionato di musica, eventi e fotografia live, adora andare ai concerti e quando può si precipita sotto il palco a scattare. Si (pre)occupa della parte tecnica di Spettakolo.it (quindi se il server crolla è colpa sua).