22 Agosto 1990, esce Alza il Volume

14
0

Film non particolarmente noto da noi, ma un cult musicale negli USA, al pari di Footloose o The Breakfast Club; peraltro, il titolo originale (Pump Up The volume) è anche lo stesso titolo della prima canzone house di successo planetario, che darà vita ad un genere.

Ambientato negli anni’80, il film racconta della storia di uno studente nerd appena arrivato in un liceo dell’Arizona che prima realizza un apparato radio per parlare con gli amici in California, poi crea una radio pirata notturna, che istiga alla ribellione contro i tirannici professori della scuola, ed ha un successo enorme al ritmo di rock e rap, fino ad essere perseguitato dalla polizia.

Oltre al valore musicale, davvero tante le chicche di quel periodo di transizione ’80-’90, Alza il Volume è anche meritevole per due aspetti: il primo è diretto da Alan Moyle, ex regista punk che si era ritirato 10 anni prima e da lì riprenderà la sua carriera come cineasta indie; il secondo perché è forse la migliore interpretazione di Christian Slater: attore di enorme talento (Schegge di Follia, Il Nome della Rosa, Intervista col Vampiro…), ma dalla personalità instabile e dalle molte dipendenze, tanto che negli anni ’90 spenderà tanto tempo sul set che in galera o in riabilitazione. Personificazione dell’espressione “Genio e sregolatezza”, ma almeno in questo film, dimostra il suo potenziale.

Altre ricorrenze

  • 1975, nasce Rodrigo Santoro, attore di 300 e Focus
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.