Torno da mia madre. Rottamata alla francese

Ex capa, licenziata, torna in casa da mamma innamorata

32
0

Torno da mia madre
di Eric Lavaine
con Alexandra Lamy, Josiane Balasko, Mathilde Seigner, Philippe Lefebvre, Jérôme Commandeur
Voto 6

Torno da mia madre in Francia piace tanto, qui non saprei. La prima parte è sociologica: figlia quarantenne rottamata, separata, ex ricca, ex capo, ora ridotta a stare dalla mamma stringendo i denti mentre cerca lavoro. La seconda è buffa: tutti i figli seccati dalla cena con la madre, si preoccupano che la madre non vada verso l’alzheimer perché ha comportamenti inquietanti. In raltà la signora ha riscoperto le gioie del sesso con un coetaneo. Equivoci corrispondenti. La terza parte è lacrimogena: i figli capiscono che la madre è un essere umano con desideri ma rivendicano anche di essere ex bambini. Apertura dei rubinetti e gran dispiego di fazzoletti. Le tre parti sembrano un po’ scollegate ma verso i tre quarti gli assoli della Balasko prendono velocità. Si sente un vago profumo di costruzione su misura per avere un remake Usa.

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori