Mia madre fa l’attrice. Docuterapia

Usare un vecchio film della mamma per domandarsi cose

7
0

Mia madre fa l’attrice
di Mario Balsamo

Curioso, il regista (di Noi non siamo come James Bond) fa il regista (e l’attore) e sua madre, che ha fatto l’attrice, fa l’attrice (e la madre). Gran recupero (anche se la madre non ne sembra convinta) a 85 anni. In realtà, parlando di un film girato davvero tanto tempo fa (La barriera della legge di Piero Costa, con e produzione di Rossano Brazzi, anno 1954), e “rifacendolo” oggi in improbabili set con il corpo e la mente di oggi, si parla del rapporto madre-figlio con una grande, grandissima, ma a volte esilarante fragilità. Lei ripensa la sua giovinezza, lui una sua certa freddezza affettiva. Si tratta di cose gigantesche, trattate come fotografie sbiadite, spesso usando i trasparenti per fare viaggi in auto un po’ psichedelici nei colori, ma forse scherzano e ci prendono in giro con garbo, oppure no, fanno sul serio, fanno terapia usando memoria e cinema.

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori