L’assassino di John Lennon, Mark David Chapman, resterà in carcere

693
0

Mark David Chapman, l’uomo che l’8 dicembre 1980 uccise a New York John Lennon, resterà nel carcere di massima sicurezza Wende Correctional Facility, nello Stato di New York. L’assassino (che oggi ha 61 anni) qualche mese fa aveva fatto domanda per la libertà vigilata ma, per la nona volta, gli è stata rifiutata dalla commissione giudicante dello stato di New York, che ha dichiarato: “Il rilascio sarebbe incompatibile con il benessere della società e sminuirebbe la gravità del crimine e il rispetto della legge”.

Mark David Chapman oggi.
Mark David Chapman oggi.

Nel 2000 Mark aveva dichiarato allo scrittore Jack Jones: «Avrei dovuto essere condannato a morte. Se commetti un omicidio forse è quello che ti meriti. Ho la fortuna di essere ancora vivo. Avrebbero potuto condannarmi a morte vent’anni fa e sarei finito sulla sedia elettrica, perché allora non c’era l’iniezione letale. Di questo non mi rendevo conto minimamente, quando commisi il delitto. Comunque, sono fortunato a non aver subito la sentenza capitale. Io merito di morire. Ora la mia malattia mentale è guarita, oggi è un camminare giorno per giorno con Gesù. Non posso dire se fra cinque anni la mia fede sarà ancora così forte e se farò questo o quello. Quello che so è che non cadrò più in una profonda depressione. Sono stato malato per anni, ma sono anche anni che sto bene. Io mi sforzo di stare ogni giorno il più vicino possibile a Gesù. Questa è la grande sfida per me e se ci riuscirò, tutto il resto andrà bene».

Mark potrà nuovamente tentare la richiesta per la libertà vigilata nell’agosto 2018.

CONDIVIDI
Emanuele Camilli
Nasce a Viterbo nel marzo di un anno dispari. Il primo album che acquista è... Sqérez? dei Lunapop. Il suo sogno? Vedere i fratelli Gallagher ancora una volta insieme su un palco.