Padova Pride Village: gran finale con Virginia Raffaele

102
0

Domenica 4 settembre, il Padova Pride Village, la più grande manifestazione LGBT del Nord Italia con oltre 100.000 presenze ogni anno, festeggerà alla Fiera di Padova la chiusura della propria nona stagione con un ospite d’eccezione: Virginia Raffaele.

Dopo la consacrazione al Festival di Sanremo 2016, l’artista comica e trasformista più famosa in Italia porterà in scena le sue maschere più popolari: Ornella Vanoni, Belen Rodriguez, Carla Fracci, la criminologa Bruzzone e tante altre ancora. Donne molto diverse tra loro, che tra arte, spettacolo, potere e politica sintetizzano alcune delle ossessioni ricorrenti della società contemporanea: la vanità, la scaltrezza, la voglia di affermazione e, forse, la scarsa coscienza di sé. Il tutto raccontato attraverso la lente deformante e irriverente dell’ironia e della satira, tipici elementi che compongono lo stile dell’artista.

A fine spettacolo si celebrerà il Grande evento di chiusura, con la partecipazione degli addetti ai lavori, artisti, direzione e produzione che darà il via allo schiuma party, accompagnato dalla Disco Pop di Dorigo DJ e gli animatori che hanno accompagnato i “Villeggianti” in tutta l’edizione 2016.

Organizzato in collaborazione con il Circolo Tralaltro Arcigay di Padova, il Padova Pride Village, ha inaugurato venerdì 17 giugno con il concerto di Noemi, madrina della Cerimonia di Apertura che alle unioni civili ha dedicato Finalmente liberi, inno all’amore e alla libertà ritrovata, sigla della nona edizione del Pride Village. Tra gli artisti ospiti che quest’anno hanno partecipato al Village: Monica Cirinnà, Monsignor Charamsa, Alexia, Cristina D’Avena, Spagna, Fiordaliso, Valeria Graci, L’Aura, Barbara Foria, Marco Bianchi, Cesare Bocci, Laura Bono (qui il racconto del suo concerto), Francesca Reggiani e Luca Tommassini.

Per quest’ultimo giorno di PPV l’ingresso dalle 19:00 alle 23:30 sarà di 15 €, mentre dalle 23:30 alle 3:00 di 10 €.

CONDIVIDI
Andrea Giovannetti
Nato a Roma nel 1984, ma vivo a Venezia per lavoro. Musicista e cantante per passione e per diletto, completamente autodidatta, mi rilasso suonando la chitarra e la batteria. Nel tempo libero ascolto tanta musica e cerco di vedere quanti più concerti possibili, perchè sono convinto che la musica dal vivo abbia tutto un altro sapore. Mi piace viaggiare, e per dirla con le parole di Nietzsche (che dice? boh!): "Senza musica la vita sarebbe un errore".