2 Settembre 2005, esce Truman Capote – A Sangue Freddo

22
0

Se pensate che ad Hollywood le buone idee abbondino, beh, non sempre è cosi. Nel 2005 ben due case di produzione pensano di realizzare il biopic dello scritore Truman Capote, più esattamente la stesura del suo capolavoro, A Sangue Freddo, forse il primo esempio di romanzo-veritá, ovvero la versione romanzata di un fatto di cronaca. La spunta questo film di Bennett Miller che di fatto costringe l’altro ad uscire nel 2006. Infamous, questo il titolo dell’altro,  in effetti è un buon film ma, purtroppo per il regista McGrath, Miller sforna uno dei più bei film della prima decade degli anni 2000.

E’ anche il film della consacrazione di Philip Seymour Hofman, scomparso nel 2014, ma qui davvero deflagrante: strameritato Premio Oscar, è magistrale, ed estenuante per come regge quasi integralmente le due ore di film,che rimane comunque un gioiello di fotografia e costumi, oltre che arricchito di altre interpretazioni di altissimo livello: Catherine Keener (l’amica Harper Lee, prima sua adorata ancella, poi disprezzata quando raggiungerá il successo), Clifton Collins jr nella parte di uno dei killer, ma soprattutto Chris Cooper, lo sceriffo prima sospettoso, poi fascinato, poi disgustato quando ne smaschera il modus operandi manipolatorio e che, unico a riuscirci in tutto il film, impietrisce Truman Capote quando lo fulmina con una battuta sul titolo del libro: “A Sangue Freddo si riferisce all’efferatezza del crimine, o a come fai le tue ricerche?“. Da cineteca.

Altre ricorrenze

  • 1940, nasce Pippo Franco, comico e attore romano
  • 1964, nasce Keanu Reeves, attore di Matrix e Belli e Dannati
  • 1966, nasce Salma Hayek, attrice di Frida e Desperado
  • 1978, esce Zombie di George A. Romero, capolavoro dell’horror intelligente
  • 2009, esce Baaria di Giuseppe Tornatore, affresco di 50 anni di Sicilia
CONDIVIDI
Jacopo Licciardi
Nato a Reggello (FI) nel 1973, laurea in giurisprudenza saggiamente messa in bacheca e praticamente mai utilizzata, si trasferisce a Milano nel Settembre 2001, dopo trascorsi in UK e USA, qualche giorno prima del crollo delle Torri Gemelle (dunque, con alibi). Professionista in ambito Risorse Umane, Coach e Formatore, adora i libri, i fumetti (supereroistici in primis), la storia, i viaggi, i gatti e naturalmente il cinema, soprattutto pop e a stelle e strisce. Nerd a tutti gli effetti.