Venezia 73. Papi, predicatori spirali e animali

Un papa giovane, un western medioevale, l'immortalità in docu e gli sciacquonati

49
0

The Young PopeThe Young Pope, il Papa Giovane di Sorrentino di cui abbiamo visto Fuori Concorso il pilot e il primo episodio, spiazza perché c’è davvero un papa giovane (un 47enne Jude Law) che scontenta la Curia, fa arrabbiare il suo mentore americano e si prepara a rivoluzionare il Vaticano, fuma, usa i confessori come spie e all’inizio si prepara un “Ciao Roma!” da rockstar, poi semina sorprese come un papa guerriero del rinascimento (e si prende come segretaria particolare la suora che l’ha allevato) e infine tuona senza volto su San Pietro come un papa medievale minacciando il ritorno di un Dio veterotestamentario che non accetta gli indifferenti. Sorrentino usa tutti i suoi registri: l’eleganza, la puntigliosità, il testo ricercato, il grottesco spinto, il surreale e qualche puntata memorabile nel visionario. Difficile esprimersi sulla correttezza teologica, però è materiale che una volta non si sarebbe proprio detto televisivo.

27384-Brimstone_4Brimstone di Martin Koolhoven è un western, diciamo così, sui temi dell’ossessione religiosa, dell’ossessione sessuale e della violenza visiva, girato a rovescio, dalla fine verso l’inizio, per mostrare la via crucis di Johanna Brimstone, levatrice che vediamo accusata di stregoneria e rovinata da un predicatore, che scopriremo essere causa del suo precedente soggiorno in un bordello, a cui era arrivata proprio per sfuggire al predicatore, suo padre, incestuoso, violento, perverso e assassino. Il quarto episodio è l’epilogo dell’inizio. L’elenco delle atrocità dopo un po’ rasenta certi fumetti d’avventura che non disdegnano particolari come budelle attorno al collo, le maschere di ferro, l’impiccagione in chiesa e nella cabina della latrina e altre delizie di palato grosso… La protagonista è muta a causa del taglio della lingua, e questo parla per il film.

1469708013447
Spira Mirabilis

Spira Mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti è il docu italiano in Concorso. Uno scienziato spiega il ciclo riproduttivo di una piccola medusa che diventa polipo che ridiventa medusa: in pratica è in un certo modo immortale. Ed è Acqua. Le statue e  le guglie del Duomo di Milano, disgregate dal tempo e reintegrate con un accurato lavoro dagli uomini della Fabbrica del Duomo sono l’immortalità della Terra. La comunità Oglala, che riavviò la nazione indiana a Wounded Knee esprimono l’immortalità del Fuoco. I due artigiani che hanno nventato l’Hang, lo strumento musicale a percussione che sembra composto da due dischi volanti uniti, rappresentano l’Aria. Acqua, Terra, Fuoco e Aria sono uniti dalla lettura de L’immortale di Borges per rappresentare il concetto di Spira Mirabilis, la spirale logaritmica meravigliosa di Bernoulli che in natura è la stessa di certe conchiglie, delle galassie e degli avvicinamenti degli insetti alla luce. Tutto da vedere e sentire. Però per capirlo si cercano spiegazioni esterne…

poster-pets-e1454075851423Pets vita da animali di Yarrow Cheney e Chris Renaud è un cartoon 3D prodotto dal Meledandri di Cattivissimo me e Minions e racconta un’avventura a New York di due cani casalinghi finiti per i casi della vita (da cani) tra i randagi di una folkloristica corte dei miracoli degli sciacquonati, cioè gli animali abbandonati nelle fogne (coniglietti, coccodrilli e maiali tatuati compresi). Frenetico, con invenzioni dinamiche nelle invenzioni visive.

CONDIVIDI
Marco Bacci
Marco Bacci scrive di cinema, tecnologia e libri. Ogni tanto scrive romanzi. È un ex di molti lavori