Una parte delle ceneri di David Bowie è stata dispersa nel deserto del Nevada

1029
0

«In questi ultimi giorni ero a conoscenza di una notizia che però non volevo pubblicare senza il consenso delle “mie fonti”, ma ora che ho ottenuto quel permesso posso annunciarla: parte delle ceneri di David Bowie sono state portate dalla figlia Lexi nel tempio del Burning Man di quest’anno! La morte di Bowie mi ha colpito duramente – sembrava immortale, in qualche modo, e se ne è andato troppo presto. Mi manca la sua presenza su questo mondo, anche se sono contento che riesce comunque a vivere attraverso la sua musica».

Con queste poche righe, attraverso il suo sito web, David Best, l’artista che da oltre 16 anni si occupa di creare il tempio di legno del Burning Man (il festival che si svolge ogni anno nel deserto del Nevada), ha annunciato che una parte delle ceneri di Bowie è stata portata all’interno della struttura che è stata incendiata (come di consueto) al termine della manifestazione.
Nel deserto del Nevada, durante il festival, viene costruita una città temporanea che viene distrutta dopo otto giorni. Ogni partecipante è libero di organizzare una propria performance, un concerto o un’installazione all’interno dell’evento con un’unica regola da rispettare, ossia quella di non lasciare dietro di sé nessuna traccia.

Di seguito il video tributo a Bowie con le immagini dell’edizione 2016 del Festival.

CONDIVIDI
Emanuele Camilli
Nasce a Viterbo nel marzo di un anno dispari. Il primo album che acquista è... Sqérez? dei Lunapop. Il suo sogno? Vedere i fratelli Gallagher ancora una volta insieme su un palco.